Panino Italiano Magazine

Un panino alla francese con La baghet

Panino Tour by Anna Prandoni 22/05/2019

La pronuncia è milanese, ma l'anima è francese: lei è Emeline, milanese anomala, nata a tra Grenoble e Lione, che arrivata a Milano per studio e lavoro non riusciva mai a trovare un pane buono come a casa.

Ha iniziato a collaborare con Davide Longoni e ha cercato di portare la baguette francese a Milano, creando La baghet. La strada è stata lunga: anche la baguette tradition in Francia è preparata con farine troppo raffinate, e la lavorazione di questa tipologia di pane richiede una tecnica e una manualità che non tutti hanno.

L'idea era quindi quella di fare un pane con una farina 0, che non desse problemi e che permettesse di formare questo pane nel migliore dei modi. 

La svolta è stata la farina del molino Sobrino, che tra l'altro per una francese ha anche un vantaggio di 'geolocalizzazione'. Il Piemonte è la porta dell'Italia verso la Francia, e per tornare a casa Emeline passa proprio da lì, e nel viaggio si è fermata giusto il tempo di trovare la farina perfetta per lei. 

"Assaporando la prima baguette fatta a Milano ho ritrovato i profumi della mia baguette da piccola, non più il gusto standardizzato dei supermercati."

E quindi è nato il suo progetto che l'ha portata dalla consulenza di marketing, prodotto e design al pane. Il passo è stato breve: per una persona abituata a lavorare su progetti di altri, crearne uno proprio è stato naturale, proprio come l'idea di portare il pane buono sotto casa delle persone con una ape car: senza un negozio fisso che vincola, ma un format più mobile e metropolitano. Al pane ha affiancato altri prodotti francesi, poi delle vere e proprie lezioni ed oggi un catering tematico. 

La contaminazione Italia-Francia è tutta nel panino che Emeline ha creato per noi: il ricordo dell'estate a casa, formato panino!

Tagliamo la baguette, a metà, ricordando che non si taglia dritta ma si deve tagliare di sbieco. 

La crosta dev'essere croccante e l'interno morbido: l'umidità milanese da questo punto di vista non aiuta. L'impasto speciale de La baghet è stato 'costruito' proprio per questo. 

Tagliamo la baguette a metà, e la apriamo. 

La spalmiamo di burro Echirè (è il burro dell'Eliseo!) su una delle due parti.

Aggiungiamo un bleu di pecora, noci di Grenoble, cubetti di pera, i fiori, il miele di castagno che a Emeline ricorda l'infanzia. 

Richiudiamo e siamo pronti per gustare un panino trasversale, che abbraccia due nazioni e conquista tutti con un gusto femminile e piacevolissimo. 

 

Scopri i panini francesi.

Un panino alla francese con La baghet
Un panino alla francese con La baghet
Un panino alla francese con La baghet
Anna Prandoni

Anna Prandoni

Giornalista e scrittrice, già Direttore responsabile e Brand Director di 'La Cucina Italiana', è Direttore di Grande Cucina. Direttore Responsabile di 'Il panino Italiano' e advisory board member dell'omonima Accademia, responsabile corsi gourmet e digital advisor per l'Accademia Gualtiero Marchesi, ha sviluppato i progetti digitali unaricettalgiorno.it, TavolaSpigolosa e MilanoSecrets. Dopo 36 libri di ricette editi in Italia, a dicembre 2015 è uscito per Quarto publishing il suo primo libro di cucina italiana per bambini americani, in lingua inglese, 'Let's cook italian'. TedX speaker sul tema #piùcibomenofood non vive senza il suo amato twitter, dove scrive ricette in un tweet come @panna975.

Articoli correlati

l-estate-in-un-panino-n-1981.html

L’estate in un panino

abbiamo-mangiato-un-buon-panino-nel-social-table-piu-lungo-d-europa-n-2453.html

Abbiamo mangiato un buon panino nel social table più lungo d’Europa

sapore-di-abruzzo-a-roma-proprio-sottocasa-n-2153.html

Sapore di Abruzzo a Roma, proprio Sottocasa

il-panino-perfetto-secondo-te-n-2254.html

Il panino perfetto... secondo te

dove-ce-un-panino-ce-casa-n-2152.html

Dove c'è un Panino, c'è casa

il-giglio-blasonato-fa-fiorire-il-mercato-n-95.html

Il giglio blasonato fa fiorire il mercato