Panino Italiano Magazine

Un panineau Bò-bò!

Panino Tour by Anna Prandoni 26/11/2018

Véronique Enderlin è una ragazza lionese che ha scelto l’Italia per amore: è sposata con un italiano ma soprattutto con il nostro Paese. Sceglie l'Italia ogni giorno, per la sua professione ma soprattutto per la sua vita quotidiana. 

Abita a Pavia ma è terribilmente milanese, e da quando ha scoperto l’Italia ha deciso che questa è la sua terra d’elezione. 

Ma le sue origini non tradiscono e quando è stata coinvolta nel #paninoitalianoday non ha resistito al richiamo del suo ‘terroir’, mescolando le carte e realizzando un panino tricolore, con verde e blu che si alternano a bianco e rosso! 

Ecco come l’ha raccontato lei stessa sui suoi social network, dove ha anche mostrato i suoi due bimbi alle prese con la preparazione:

- Vi presento #Panineau, il mio contributo al #paninoitalianoday: molto franco-italiano, un po’ bourgeois-bohême et super bon ????
- Il panino stesso, rotondo, denso e fragrante me lo ha fornito @accademiadelpaninoitaliano in una bellissima toolbox, un collector ????
- L’ingrediente cardine è il foie gras che adoro, soprattutto quando lo fa mia maman Thérèse perché lo marina e lo cuoce per ore. Maman Thérèse però abita a 500km da qua quindi c’est pas pratique, così questo foie gras qua è un’alternativa molto valida: ha sapore, corpo e quel vellutato cremoso che ti aspetti. (Ecco, so che molti sono eticamente contrari al foie gras: in realtà basta scegliere des oies non gavées, ma ne riparliamo.)
- Noi di #Lesenderlin ci consultiamo su tutto, così al posto dell’insalatina asprina che cercavo, qualcuno ????mi ha consigliato un bel Radicchio di Treviso, croccante e virile (di gusto, virile, sì: è amaro ed elegante)
- Qualche fettina sottile di mela Reinette bella acidula per pimpare il tutto e stabilizzare il foie gras
- Gherigli di noce concassés e dei pezzi di albicocca leggermente caramellata - parce que c’est bon et c’est croquant
- Et évidemment la confiture d’oignons rouges, sapida e leggermente piccante
È stato bellissimo partecipare! L’anno prossimo come richiesto da Ludovica Amat faremo il panino #AuSecoursToutVabien.

Qualche nota per chiarire meglio: Les Enderlins sono le ragazze che, insieme a Véronique, danno vita all’ufficio stampa di cui lei è a capo. 

L’hashtag #AuSecoursToutVabien è il suo ‘marchio di fabbrica’ per sottolineare la sua vita frenetica ma che deve rimanere tenacemente attaccata alla realtà. Si corre ma va tutto benissimo! Che poi è un po’ l’hashtag che caratterizza tutti noi. 

Maman Thérèse abita appena fuori Lione ed è la mamma che tutti vorremmo quando ci viene voglia di una bella terrina di foie gras!

Un panineau Bò-bò!
Anna Prandoni

Anna Prandoni

Anna Prandoni è direttore de Il Panino Italiano e advisory board member dell’Accademia. Giornalista e scrittrice, da oltre 20 anni si occupa di enogastronomia con una particolare attenzione all’influenza che questo settore ha nella nostra società, prima come direttore de La Cucina Italiana, poi come direttore dell’Accademia Marchesi, oggi come direttore di Gastronomika, il magazine del cibo del quotidiano Linkiesta.

Articoli correlati

il-panino-di-campagna-da-vinoir-n-2225.html

Il panino di campagna, da Vinoir

sapore-di-abruzzo-a-roma-proprio-sottocasa-n-2153.html

Sapore di Abruzzo a Roma, proprio Sottocasa

burger-federation-n-1604.html

BURGER FEDERATION

pane-amore-e-pandenus-n-801.html

PANE, AMORE E PANDENUS

200-gradi-bread-condiments-n-1589.html

200 GRADI: BREAD&CONDIMENTS

il-bao-e-bio-e-tradizionale-n-2337.html

Il bao è bio, e tradizionale!