Panino Italiano Magazine

Un mare di panini!

Il panino a 360 gradi by Chiara Corona 05/08/2020

Agosto è ormai arrivato, i bagnanti si riversano nelle spiagge e portano con sé ombrelloni colorati, borse frigo e all’interno gli immancabili panini, proposti in mille e tutte gustose combinazioni.

A cura di Chiara Corona

Le vacanze sono ufficialmente iniziate per tutti, il caldo entra dalle finestre delle nostre case e ci suggerisce un’unica tanto attesa parola: mare! Quanto ci sono mancate, e quest’anno ancora di più, le lunghe giornate in spiaggia, le letture sotto l’ombrellone, la ricerca dell’abbronzatura perfetta, i tuffi, le interminabili partite con i racchettoni, un mix di spensieratezza, divertimento e del gusto insostituibile e immancabile dei nostri amati panini.

Tra un rovescio, qualche tuffo e una pagina di libro è infatti già ora di pranzo e quale scelta migliore se non un buon panino? Ma come dovrebbe essere il panino da spiaggia, che cosa dovrebbe contenere? L’ ho chiesto agli inventori stessi dei panini: i bagnanti, miei followers di Instagram, amici personali, i quali, con prontezza e voglia di partecipare, hanno definito il panino da spiaggia con diversi e interessanti attributi.

I primi? Semplice e versatile. Si tratta infatti del panino dell’ultimo minuto, quello preparato la mattina stessa, comodo sia da trasportare all’interno di un packaging riciclabile, sia da mangiare. Parliamo perciò di un panino senza troppi condimenti e salse, un panino leggero, facile da digerire, che non ci costringa a riposare sotto l’ombrellone, ma che ci permetta di tornare subito in acqua.