Panino Italiano Magazine

Un limone, due fratelli e una ricetta...

Drink by Barbara Rizzardini 03/07/2017

Basta un limone nato e cresciuto nella penisola Sorrentina.

Basta una lunga tradizione famigliare.

Basta una ricetta segreta.

Bastano due fratelli.

Basta la passione.

 

Questi gli ingredienti che hanno fatto del Limoncello VILLA MASSA un prodotto unico al mondo che, in quasi 30 anni, è stato portato dall’essere una segreta ricetta di famiglia a uno dei più grandi marchi presenti nel mercato nazionale e mondiale.

Questo grazie all’intuizione di due fratelli, Sergio e Stefano Massa, che hanno creduto che quella ricetta speciale, fatta con limoni curati e coltivati uno ad uno, potesse diventare un prodotto che fosse ambasciatore della qualità e del territorio italiano; e così è stato. Visitando il limoneto si respira concretamente la cura e la grandezza di questi limoni, coltivati in un luogo magico sotto a grandi pali di castagno posti per proteggere l’intera piantagione da grandine e vento e creare un microclima idoneo alla pianta, originaria del sud della Cina e importata nella penisola Sorrentina a metà del ‘600. Vengono fatti quattro raccolti all’anno e i limoni cambiano di stagione in stagione; per questo motivo è stato creato un software che legge gli aromi di ogni singolo lotto e che varia di conseguenza le dosi degli ingredienti, così da garantire un prodotto sempre uguale per 365 giorni all’anno. Oltre al limone, gli ingredienti che contribuiscono all’unicità di questo prodotto sono i continui controlli fatti sulle altre componenti e l’attenzione alle esigenze del cliente finale; esempio fra tutti è la produzione kosher che viene fatta tutti gli anni sotto il controllo rigoroso di un rabbino ed esportata in Israele.

Insomma, un prodotto unico nel suo genere che nasconde una qualità sorprendente e che permette al mondo di conoscere, anche attraverso un liquore, questo piccolo angolo d’Italia e la grande capacità italiana di trasformazione della materia prima e di valorizzazione della propria storia.

I fratelli Massa procedono su questa scia di innovazione aprendo la frontiera dei cocktail fatti con l’uso del proprio limoncello: un perfetto connubio di freschezza creato con l’acqua tonica associata agli aromi del basilico. Ne nasce il Villa Massa & Tonic, un’ottima idea di bevanda estiva da abbinare ad un panino estivo e speciale:

 

VILLA MASSA & TONIC

Ingredienti:

Villa Massa ghiacciato (5cl)

Tonica premium (15cl)

Alcuni cubetti di ghiaccio (mezzo bicchiere) 3 - 4 foglie di basilico fresco

Preparazione:

Versare 1 parte di VILLA MASSA nel calice Villa Massa riempito per metà con cubetti di ghiaccio. Aggiungere 3 parti di tonica premium.
Schiacciare leggermente tra i palmi delle mani 3-4 foglie di basilico così da liberarne gli oli essenziali. Aggiungere le foglioline al drink.

Mescolare gli ingredienti e servire ghiacciato. 

 

PANINO A COLORI

Ingredienti:

Una ciabattina di grano duro lunga

1 mozzarella

1 avocado 

300 g pomodorini confit

30 g pinoli

20 g mandorle pelate

olio evo

4 foglie di basilico

Preparazione:

Per il pesto di Pomodorini Confit: versare i pomodorini confit nel mixer con olio q.b., aggiungere i pinoli e le mandorle pelate; unire le foglie di basilico e frullare fino ad ottenere un composto piuttosto granuloso.

A questo punto tagliare in due la ciabattina e spalmare nella parte inferiore il pesto di pomodorini confit; adagiarvi sopra la mozzarella e l’avocado tagliati a fette. Un consiglio: irrorare con un filo di olio evo.

Servire aperto o chiuderlo con la parte superiore del pane.

Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Un limone, due fratelli e una ricetta...
Barbara Rizzardini

Barbara Rizzardini

Direttrice Fondazione Accademia del Panino Italiano.

Forte di una solida esperienza nel campo degli eventi culturali, ha dedicato al valore culturale e sociologico del Panino i più recenti anni del suo lavoro, con la realizzazione di mostre di taglio storico e di costume dedicate al tema e la creazione della prima Biblioteca italiana dedicata esclusivamente al Panino di 1500 volumi. Dal 2015 si occupa della direzione delle attività facenti capo alla Accademia del Panino Italiano. Il suo imprevedibile luogo di nascita (un villaggio ugandese) e la sua doppia cittadinanza italo-svizzera, ne fanno una cittadina del mondo e, come tale, perfetta ambasciatrice del Panino Italiano nel mondo.

Articoli correlati

l-arte-della-miscela-si-fa-bicchiere-n-1935.html

L’arte della miscela si fa bicchiere

il-succo-della-bonta-n-1884.html

Il succo della bontà

l-estate-addosso-e-la-voglia-di-freschezza-n-1739.html

L’estate addosso e la voglia di freschezza

merenda-dautunno-n-2264.html

Merenda d'autunno

con-la-mela-unidea-in-piu-n-1932.html

Con la mela, un'idea in più

il-calice-al-femminile-n-2003.html

Il calice al femminile