Panino Italiano Magazine

Speedy Pub: bontà per famiglie

Panino Tour by Daniela Guaiti 11/07/2017

Per i Monzesi lo Speedy è un punto di ritrovo da più di 20 anni: studenti, impiegati, famiglie con bambini sanno che qui possono trovare panini preparati con cura, e non solo. Ai panini si affianca un’offerta di bruschette e piccoli fritti, di insalate e piatti misti, di dolci fatti in casa, vini e birre. Ma è il panino il re incontrastato del locale, in tutte le sue forme. Qualche esempio? Lo Sbrindolo, con Praga alla piastra, brie e tartara, oppure il Turbinium con Crudo Marco d’Oggiono, rucola, pomodoro a pezzi, gamberetti, zucchine e maionese, o ancora il Don Quichotte, con Salame, fontina, peperoni, acciughe. Ma la scelta è davvero ampia: ce n’è per tutti, come ci racconta Davide.

Come è nato lo Speedy?

Ritiriamo lo Speedy nell'89 e lavoriamo sodo per tre anni, fino ad arrivare al '92, anno della svolta in cui decidiamo di mettere completamente a nuovo il locale, cambiare bancone, arredamento e partire con una precisa idea di cosa voler offrire ai nostri clienti: il Panino con la P maiuscola.

Da allora come sono cambiati i vostri clienti?

Abbiamo sempre puntato ad una clientela varia, per abbattere lo scoglio di vedere i locali come il nostro solo come posti per giovani. La nostra clientela spazia dai bimbi ai nonni che spesso accompagnano i nipoti! Un grande vantaggio lo abbiamo avuto senza dubbio con la legge antifumo nei luoghi pubblici, che ha portato famiglie intere, con bambini anche molto piccoli, nei locali.

Quale panino vi rappresenta maggiormente e perché?

Devo essere sincero, non esiste un panino per eccellenza che possa farci da ambasciatore e che possa presentarsi come nostro biglietto da visita, ma sicuramente, quelli con gli ingredienti più ricercati, con gli abbinamenti di gusto più insoliti risultano essere anche quelli più raffinati, per palati che non si accontentano: sono i panini che più mi divertono da preparare e che mi sanno dare sempre grandi soddisfazioni!

Quale il primo preparato?

Questo sinceramente proprio non me lo ricordo: sono passati quasi 30 anni... concedetemelo!

Qual è il più richiesto oggi?

Il panino che riscuote maggiore successo è senza dubbio il "SuperSpeedy", il più richiesto sia dai grandi che dai più piccoli: hamburger, insalata, pomodoro, arrosto, tartara, ketchup, worchestershire sauce.

Come selezionate le materie prime e come “ideate” i panini?

La ricerca del prodotto è stata fatta negli anni, partendo dal presupposto che non si è mai arrivati, nel senso che c'è sempre qualcosa di migliore e di innovativo da poter inserire. Seguiamo quelle che sono le tendenze cercando innovazioni e originalità, senza però tradire la tradizione. L'idea per nuovi panini può nascere dalle situazioni più disparate: da un viaggio (come per il pistacchio di Bronte), o da una ricetta per pasta o dolci (come per il panino con il melone)... Ancora, può nascere da una manifestazione scolastica dei miei figli sul "verde pulito", come è successo per il "panino dell'Orso", un panino stagionale, con cui abbiamo voluto fare un omaggio al nostro aglio orsino: salmone affumicato, aglio orsino, insalata gentile, caprino al lime. Tutto ciò che i miei sensi possono percepire diventa fonte di ispirazione per nuovi panini: alcuni solo stagionali, altri che entrano di diritto fissi in lista.


SPEEDY PUB Via Appiani 22/a 20052 Monza- MI – Tel. +39 039 321663

Daniela Guaiti

Daniela Guaiti

Daniela Guaiti, autrice instancabile di manuali di cucina, ha fatto della divulgazione gastronomica la sua missione nella vita. Ha scritto libri su quasi tutto quello che ha a che fare con il cibo: la cucina tradizionale italiana e quella etnica, la cucina d’autore e quella dietetica, senza dimenticare i prodotti tipici, il vino e la birra. Tantissimi libri, con diversi editori, da Gribaudo a Giunti, da De’ Vecchi a Rizzoli, ma anche giornali: prima La Cucina del Corriere della Sera, e adesso La Cucina Italiana. Perché oltre al cibo, nella sua testa c’è la scrittura. Si è laureata in Letteratura Greca alla Statale di Milano, ma subito ha capito che non ci sarebbe stata un’altra via possibile: tra la letteratura e le ricette ha sposato queste ultime, senza se e senza ma. Anzi, un ‘ma’ c’è: ma non prendiamoci troppo sul serio!

Articoli correlati

il-giglio-blasonato-fa-fiorire-il-mercato-n-95.html

Il giglio blasonato fa fiorire il mercato

milan-l-e-n-gran-panino-n-1795.html

Milàn l’è ’n gran… Panino!

bataro-il-giusto-gusto-del-panino-n-1822.html

Batarò, il giusto gusto del panino

passione-toast-n-2076.html

Passione Toast

la-farcia-piemonte-di-gusto-n-2247.html

La Farcia: Piemonte di gusto

il-pesce-nella-michetta-n-1951.html

Il pesce nella michetta