Panino Italiano Magazine

Sembra bianca, ma e' di piu'...

Prodotti & Produttori by Anna Prandoni 11/07/2016

Mangiare il pane nero? Giammai! Per mia nonna, una vita a ricordare la guerra trascorsa a fare economia, il pane preparato con farina non bianchissima equivaleva a tornare a quei tempi di crisi e privazione.

E per molti di noi, quel candore della farina è sinonimo di bontà, ricchezza, privilegio.

Ma la realtà corrisponde alla credenza popolare? Come in molti casi, no.

Aumentando il livello glicemico del sangue, questa tipologia di farina non aiuta il nostro benessere e anzi, può peggiorare la situazione di chi soffre di malattie cardiovascolari e di diabete, per esempio.

La farina bianca è infatti impoverita, perché raffinata: sono stati eliminati la crusca e il germe, un po’ per renderla più bianca, ma anche perché questa operazione la rende più adatta al trasporto, alla conservazione e le permette di essere più versatile nell’utilizzo.

E se riuscissimo ad avere i benefici della farina non raffinata e il candore a cui tanto siamo affezionati? E’ quello che ha realizzato Varvello 1888, con la nuova Farina Intera®, biodisponibile e completa, presentata nell’ambito di un evento svoltosi all’Accademia del Panino Italiano, durante il quale Varvello ha anche comunicato la sua adesione alla Fondazione Umberto Veronesi, contribuendo a sostenere la ricerca scientifica della Fondazione nell’area della nutrigenomica e della prevenzione e cura del tumore al colon, grazie alla raccolta fondi legata alla vendita di una serie di prodotti a base di Farina Intera®. 

«Varvello 1888 – spiega Franco Varvello, founder dell’azienda - è impegnata nel promuovere l'utilizzo della propria farina Intera, a ridotto impatto glicemico, presso i fornai artigiani, che diventano a loro volta promotori della corretta alimentazione. I partner farina Intera scelgono di abbandonare l'uso delle farine raffinate a beneficio di farine non raffinate come farina Intera e di farine di cereali diversi. La loro scelta è premiata con un diploma che certifica la scelta dei fornai che diventano dei punti vendita Farina Intera® in linea con le linee guida della corretta alimentazione. L'idea è di riportare le dieci regole di prevenzione sui sacchetti del pane perché si possa fare corretta informazione anche attraverso strumenti semplici e di diffuso utilizzo».

Un modo efficace e semplice allo stesso tempo di fare cultura gastronomica in maniera concreta e tangibile.

Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Sembra bianca, ma e' di piu'...
Anna Prandoni

Anna Prandoni

Giornalista e scrittrice, già Direttore responsabile e Brand Director di 'La Cucina Italiana', è Direttore di Grande Cucina. Direttore Responsabile di 'Il panino Italiano' e advisory board member dell'omonima Accademia, responsabile corsi gourmet e digital advisor per l'Accademia Gualtiero Marchesi, ha sviluppato i progetti digitali unaricettalgiorno.it, TavolaSpigolosa e MilanoSecrets. Dopo 36 libri di ricette editi in Italia, a dicembre 2015 è uscito per Quarto publishing il suo primo libro di cucina italiana per bambini americani, in lingua inglese, 'Let's cook italian'. TedX speaker sul tema #piùcibomenofood non vive senza il suo amato twitter, dove scrive ricette in un tweet come @panna975.

Articoli correlati

storia-di-una-vaschetta-di-speck-n-2456.html

Storia di una vaschetta di speck

anche-il-panino-italiano-e-un-po-di-parma-n-1753.html

ANCHE IL PANINO ITALIANO E’ UN PO’ “DI PARMA”

il-pane-lo-timbro-n-2041.html

Il pane? Lo timbro!

alla-scoperta-dellolio-in-liguria-n-2031.html

Alla scoperta dell'olio, in Liguria

roberto-e-il-formaggio-a-forma-di-torre-n-2067.html

Roberto e il formaggio a forma di torre

panino-con-il-montebore-n-2118.html

Panino con il Montebore