Panino Italiano Magazine

Pork’n’Roll: il trionfo dell’artigianato e del panino

Panino Tour by Martina Borrello 21/09/2020

Si rifanno a famose canzoni del rock e sono vere e proprie opere d’artigianato, vi presentiamo i panini di Pork’n’Roll.

 

A cura di Martina Borrello

 

Il locale si trova in zona Tiburtina a Roma, un luogo di passaggio vicino alla stazione, molto facile da raggiungere anche per un panino al volo. Di fianco si trova anche la loro bottega con prodotti artigianali a base di carne di maiale, che vengono inseriti nei piatti proposti al pub. 

Partendo dall’azienda agricola del padre e dal suo allevamento a Foggia, l’idea è stata quella di aprire un locale in cui le materie prime vengono prodotte in autonomia: dall’olio, alla verdura di stagione, passando all’allevamento stesso dei maiali, nutriti con cereali sempre coltivati da loro. Da Pork’n’Roll l’artigianto la fa da padrone.

Il pub nasce anche dalla passione per la birra che inizialmente viene prodotta in casa quasi per gioco. Ora invece si appoggiano agli impianti degli amici per produrre otto qualità di birre alla spina: dalle più classiche come la Lager, fino a quelle con sentori più particolari, come l’affumicatura, perfetta da accompagnare a un buon tagliere di salumi.

Ma ovviamente nel menu non possono mancare i panini, vero e proprio pilastro della cultura del pub

Tutti con nomi ispirati a canzoni rock e tutti con ricette goduriose e attente alla stagionalità come il panino estivo Tunder Road: una focaccia con arista di maiale, burrata, melanzane alla grilia e granella di pistacchio.

Ma il panino che ci regalano virtualmente i ragazzi di Pork’n’Roll è il Ballbreaker: una ciabatta di grano duro e mais farcita con polpette di maiale, rosolate con aglio, pomodoro fresco e basilico. 

Viene poi adagiata sulle polpette della burrata che si scioglie col calore del panino e crea un bel contrasto di caldo e freddo. 

Terminiamo con una spolverata di parmigiano, qualche goccia d’olio EVO e un paio do foglioline di basilico fresco e ..

chiuso il panino siamo pronti per il rock’n’roll!

Martina Borrello

Martina Borrello

Laureata alla IULM in Comunicazione, Media e Pubblicità. Cresciuta tra i fornelli di un ristorante, adesso si occupa di social media rimanendo nello stesso ambito. Accademia unisce quindi le sue origini, la sua passione per la cucina e i suoi studi. Affronta il lavoro con gioia e creatività, grazie alla curiosità che la guida nel suo percorso.

Articoli correlati

a-torino-e-arrivato-o-cuzzetiello-n-2602.html

A Torino è arrivato o’cuzzetiello

a-como-c-e-una-paninoteca-diversa-che-si-definisce-mistica-n-2467.html

A Como c’è una paninoteca diversa, che si definisce mistica

il-panino-tour-oltreoceano-n-2696.html

Il Panino Tour oltreoceano

il-ristorante-eragoffi-inaugurato-a-fine-2018-ha-fatto-il-bis-sul-lungo-po-n-2436.html

Il ristorante EraGoffi inaugurato a fine 2018 ha fatto il bis, sul Lungo Po

in-zona-moscova-c-e-un-locale-interamente-dedicato-al-parmigiano-reggiano-n-2544.html

In zona Moscova c’è un locale interamente dedicato al Parmigiano Reggiano

a-torino-abbiamo-scovato-una-buona-versione-italiana-del-croque-monsieur-n-2439.html

A Torino abbiamo scovato una (buona) versione italiana del croque monsieur