Panino Italiano Magazine

Per necessità i panini si sono trasformati in kit

Prodotti & Produttori by Andrea Martina Di Lena 17/06/2020

Con il delivery e il take away di panini, e più in generale della cucina, sono state (ri)organizzate le consegne in box pronte da rigenerare o comporre a casa


di Andrea Martina Di Lena


Siamo in piena fase di riapertura e c’è chi, come il Noma, iconico ristorante 2 stelle Michelin a Copenhagen, prima di attivare nuovamente le prenotazione da fine dining trasformerà il proprio concept in una sorta di burger bar dove bere vino. Una pratica, quella di convertire l’alta ristorazione al comfort food, intrapresa anche da alcuni chef italiani che nel loro menu delivery o take away hanno trovato la giusta formula per inserire panini gourmet riuscendo a coinvolgere i propri clienti nell’atto finale di (ri)comporli. Alcuni di loro li abbiamo anche raccontati in un nostro recente articolo in cui sono state mappate le reinterpretazioni di piatti stellati tra due fette di pane. È il caso di Gianfranco Pascucci di Pascucci al Porticciolo a Fiumicino che dopo il successo del perfetto Panino da Spiaggia a base di tonno rosso o alalunga ha introdotto il kit con l’hot dog di polpo; mentre a Modena Beppe Palmieri, maître di sala dell’Osteria Francescana, ha rivoluzionato il format di Generi Alimentari da Panino in una sorta di minimarket da cui tutta Italia può ordinare.


A Roma Achilli Caffè, che fa capo alla storica enoteca Achilli al Parlamento, ha riaperto il 4 maggio con un servizio di caffetteria da asporto e consegna a domicilio. Nelle sue Achilli Box ha confezionato un menu ideale per un pasto veloce e completo, perfetto per l’ufficio, in cui inserisce anche due prodotti da forno: il pane a lievitazione naturale (4 euro al chilo) e la pizza bianca in teglia (4 euro al trancio) da accompagnare con la gastronomia che seleziona salumi e formaggi (20 euro) o le conserve a scaffale.


Il Convivio Troiani nel suo delivery stellato che arriva con portate semicotte e da cucinare a casa (come la famosa Amatriciana), include una amuse-bouche da preparare in compagnia: due mini baguette su cui spalmare burro e chiaviale, ovvero semi di chia che simulano uova di storione racchiuse in una elegante scatola avvitata.


Nel panorama romano ci sono Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice di Retrobottega che, dopo aver introdotto RetroDelivery e un proprio e-commerce, hanno lanciato le food box con istruzione annesse. I loro piatti vengono consegnati come kit e accessoriati di tutti gli ingredienti semilavorati, pensati per essere assemblati facilmente. Tra i più venduti  il Pastrami Sandwich che con massimo tre semplici passaggi sarà pronto per essere addentato.


Fino a domenica 17 maggio è stato attivo il delivery di Bottega Tredici che ha fatto proprio il claim “Il laboratorio delle cose buone” e arriva a casa con tutte le istruzioni (tempo di cottura e modalità di farcitura) per scaldare e imbottire il maritozzo con la carne di faraona, l’insalata di verza e la frutta secca. Dopo la sospensione dell'attività per lavori di manutenzione e ammodernamento degli spazi, i ragazzi del locale che prende il nome dal numero civico mancante in via dei Falegnami hanno riaperto i primi di giugno con l'aggiunta di qualche tavolo in esterna e il lancio del nuovo menu estivo.


Poco distante, nel quartiere ebraico, c’è Beppe e i suoi formaggi, formaggeria con enoteca e ristorante in cui è possibile fare la spesa o ordinarla per ritirare a un orario prestabilito. Tra le varie opzioni ci sono anche i “pacchi già pronti” per chi non ha voglia di cucinare: in combo al mezzo chilo di pane sciapo arrivano un panetto di burro di pura panna Giovale Formaggi, le acciughe del Cantabrico, un barattolo di pomodori in salamoia “I Sapori della Famiglia Ciarlo”, 200 grammi di prosciutto crudo di Parma, 300 grammi di salame corallina, del pecorino fresco dello stesso caseificio di Beppe Giovale e una bottiglia moscato secco “Cuè”. 


A Milano Barbruto con soli 10 euro fa recapitare l'aperitivo a casa consegnando nello stesso cesto pane, hummus di ceci, crema di fave, caprino al basilico, porchetta romana, ciauscolo marchigiano, toma alla birra, salsiccia di fegato Marchigiana, friarielli pomodorini confit, carciofo rustico, pane a parte. In città c’è pure Bestia Street Food che ha salvato dei tutorial su Facebook (velocizzati, quindi prestate molta attenzione!) in cui spiega come comporre i panini sia per ordini take away che con delivery. 


In provincia di Caserta la macelleria con cucina Paisàni da maggio ha introdotto il Paisàni burger kit, una scatola con tutto l’occorrente per fare “La Vacca, La rossa e il Cecchini”, oltre ad altri loro classici per assaporare un panino fatto con le proprie mani. 

 

Sul sito di Cortilia c’è la possibilità di acquistare il kit piadina per farla al momento con crudo e squacquerone aggiungendo della rucola fresca che arriva dalla loro dispensa. Navigando sullo stesso sito si può ordinare il kit pane, burro e marellata, una merenda semplice e genuina la preferita dai bambini, e non solo; oppure il kit toast con ricotta e noci, ideale per una colazione salata o uno snack da preparare in pochi minuti.


Da Gigi Pipa, “Pizzeria con orto” di Alberto Morello, nel kit degustazione pensato per un delivery freddo da rigenerare a casa, oltre alla box pizza che arriva con un impasto freddo da riscaldare e condire con i topping seguendo un video spiegazioni (tra le pizze una è in stile panino, farcita all’interno e tagliata a spicchi), è stata messa a punto una box hamburger da scaldare e comporre a casa in cui si trova pane fatto in casa, l’immancabile insalata dell’orto, salse home made e le patate al forno con la buccia. Restando nell’ambito della lievitazione, c’è il Box Pizza Cilentana di 3voglie con 4 basi stese da Valentino Tafuri che arrivano con una cacioricotta di capra 400 grammi, una passata di Pomodoro Pizzutello da 350 grammi, 250 grammi mozzarella di latte di bufala. I più esigenti potranno rivolgersi a Simone Padoan de I Tigli: l’ordine arriva a casa con le istruzioni per la sua Margherita Croccante insieme agli ingredienti per la farcitura, confezionati singolarmente sottovuoto o in apposite confezioni, pronta per il forno. 

In ogni bag di Selzpizz si trova tutto il necessario per farcire la propria base precotta: dalla passata di pomodoro alle foglie di basilico, dalla mozzarella fior di latte alla bufala. Con un click da computer la bag arriva a casa in giornata e al suo interno si trovano le istruzioni per cuocere alla perfezione il kit di Selzpizz con gli ingredienti per preparare una Margherita o una Bufala in soli 15 minuti.


Andrea Martina Di Lena

Andrea Martina Di Lena

Nessuno ha mai capito se la mia prima parola sia stata pappa o papà, ma io credo più nella prima.

Ho ultimato la mia tesi magistrale tra cene fuori e articoli da scrivere quando ero già giornalista pubblicista nel campo enogastronomico.

Quando organizzo i miei viaggio prenoto prima il ristorante dell'hotel, per ogni quartiere di Roma potrei consigliare dove mangiare un buon gelato artigianale e sono convinta che per giudicare una cucina ci si debba tornare almeno due volte, forse tre. No, il delivery non vale.

Articoli correlati

giovanni-pascoli-e-la-piada-n-2259.html

Giovanni Pascoli e la piada

giovanni-e-l-aceto-ammaliatore-n-2081.html

Giovanni e l’aceto ammaliatore

per-chi-ama-la-cipolla-n-2683.html

Per chi ama la cipolla!

prosciutto-crudo-di-parma-una-storia-di-qualita-e-passione-n-2694.html

Prosciutto crudo di Parma: una storia di qualità e passione

maialumeria-tradizione-gastronomica-dell-irpinia-n-2291.html

Maialumeria: tradizione gastronomica dell’Irpinia

altri-eccellenti-prosciutti-italiani-iii-parte-n-1621.html

ALTRI ECCELLENTI PROSCIUTTI ITALIANI - III PARTE