Panino Italiano Magazine

Panino pasquale a “distanza di sicurezza”

Ricette by Martina Borrello 10/04/2020

Daniele Reponi ha pensato per noi a un panino perfetto da mangiare a distanza di sicurezza, così come richiesto dal decreto dell’otto marzo e con ingredienti stagionali.



A cura di Martina Borrello



Questa Pasqua sarà magari un po’ più triste delle altre: non ci è concesso pranzare con i nostri cari, né fare il merendino con gli amici, ma nessuno ci vieta di condividere un buon panino a distanza. Per tirarci un po’ su di morale quindi Daniele Reponi ci regala la ricetta di un panino che possiamo gustare a distanza di sicurezza, adesso che dobbiamo stare lontani dagli altri possiamo abbondare di aglio e cipolla senza porci troppi problemi. Oltre a questi ingredienti, non possiamo dimenticare la stagionalità, in questo caso data dalle fave crude, tipico ortaggio primaverile. Non è un segreto che le fave si abbinino alla perfezione col salame, infatti Daniele sceglie un insaccato calabrese: la 'nduja. Un’insalatina croccante, qualche goccia di aceto balsamico, et voila, il gioco è fatto!  


INGREDIENTI 

-1 filoncino di grano duro da 80g

-1 spicchio di aglio italiano

-20g di insalata croccante

-15g di fave fresche

-15g di cipolla di Tropea

-50g di n’duja calabrese (in alternativa ventricina, salame Napoli, finocchiona)

-aceto balsamico di Modena dop

-olio evo , sale integrale fino


PREPARAZIONE

Appassire lo spicchio d’aglio incamiciato in forno a 130 gradi per circa 30 minuti. Deve prendere una consistenza cremosa. Ridurlo ulteriormente a crema togliendo la buccia e schiacciando con la parte piatta del coltello. Tagliare l’insalata a julienne e condirla con olio evo e sale. Condire le fave fresche con olio evo e sale. Tagliare la cipolla di Tropea a lamelle molto sottili. Tagliare a fette di circa 2 mm la n’duja.


MONTAGGIO 

Tagliare a metà il panino e scaldarlo in forno. Alla base spalmare la crema di aglio. Sopra posizionare la julienne di insalata e aggiungere le fette di n’duja. Aggiungere poi le fave fresche condite e infine disporre le lamelle di cipolla di Tropea . Concludere con un filo di aceto balsamico di Modena dop.


Buona Pasqua e Buon Panino!






Martina Borrello

Martina Borrello

Laureata alla IULM in Comunicazione, Media e Pubblicità. Cresciuta tra i fornelli di un ristorante, adesso si occupa di social media rimanendo nello stesso ambito. Accademia unisce quindi le sue origini, la sua passione per la cucina e i suoi studi. Affronta il lavoro con gioia e creatività, grazie alla curiosità che la guida nel suo percorso.

Articoli correlati

la-merenda-del-contadino-n-1827.html

La merenda del contadino

sognando-l-alaska-il-panino-per-l-ultimo-dell-anno-di-mauro-iannantuoni-n-1809.html

Sognando l’Alaska: Il Panino per l’ultimo dell’anno di Mauro Iannantuoni

1-2-3-panini-a-vignola-n-2224.html

1, 2, 3 panini a Vignola

selvaggio-n-2173.html

Selvaggio

pane-e-cioccolato-che-bonta-n-2123.html

Pane e cioccolato, che bontà!

castagne-che-passione-n-1810.html

Castagne, che passione!