Panino Italiano Magazine

Packaging sostenibili: la nuova frontiera del delivery ai tempi del Coronavirus

Il panino a 360 gradi by Chiara Corona 03/06/2020

I locali non si arrendono al Coronavirus e rispondono con un’ondata di novità: delivery per tutti e packaging sostenibili per un ambiente che respira di nuovo.


A cura di Chiara Corona


Il Corona virus avrà stravolto le nostre vite, la nostra quotidianità, la nostra percezione di libertà, ma non ha sicuramente scoraggiato l’animo di tanti piccoli e grandi ristoratori. Con forza e tenacia hanno superato le tante difficoltà incombenti e sono riusciti a mantenere fede alla loro missione: trasmettere la loro passione e amore per il cibo e realizzare i nostri piccoli ma grandi #poivorrei. Il loro segreto? Ingegno e creatività. Hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione e di rinnovarsi, applicando una formula, fino ad allora lontana dalla loro natura ristorativa: il delivery. E’ proprio avvalendosi delle mille piattaforme che offrono questo servizio, che i nostri eroi sono riusciti con un semplice click a farci rivivere, anche nelle nostre case, quelle stesse emozioni che avremmo provato nel locale. Stavolta però non vedremo più il cameriere arrivare con il nostro gustoso panino sul piatto, ma bensì sentiremo il raider suonare al nostro citofono, pronto a regalarci la nostra fetta di felicità, avvolta in un consueto e non più tanto scontato packaging

Per molto tempo anonima scatola di plastica, fazzoletto di carta buttato nell’indifferenziato, oggi infatti la confezione riacquista, grazie ai nuovi delivery, la sua vera identità: lo strumento che trasporta un prodotto nello spazio e nel tempo, che conserva le sue caratteristiche organolettiche  e che, oggi più che mai, risponde alla chiamata sofferente del nostro ambiente, forse più pulito in questi mesi, ma ancora indifeso e in grave pericolo. 

Molti sono stati i locali che durante il lockdown hanno abbracciato questa filosofia,  proponendo packaging sostenibili, personali, innovativi. Tra questi vi è Golocious,Burger&Wine, l’hamburgeria del famoso brand, recentemente inaugurata nel Vomero dai due fondatori e amici Gian Andrea Squadrilli e Vincenzo Falcone, con l’unico desiderio di portare in tutte le case dei napoletani  i loro panini, il delicious americano e la golosità italiana, all’interno della loro personale BurgerPot.  Si tratta di una piccola scatoletta, un packaging innovativo, nato dalla brillante idea dei loro amici di “Impact” di laminare il P.E.T. (poliestere) con la carta, attraverso processi e collanti che permettono la loro completa separazione in acqua. Nasce così una confezione completamente riciclabile, bella da vedere e in cui l’utilizzo del P.E.T. e la presenza di piccole valvole permettono a Gian Andrea e Vincenzo di preservare al meglio la sofficità dei loro pan brioche e tutte quelle caratteristiche organolettiche che rendono i loro panini semplicemente golocious. 

Tuttavia  oggi il packaging non è più solo, come abbiamo definito fino ad ora, lo strumento eletto per proteggere e conservare un prodotto, ma anche identità visiva, capace di comunicare una realtà, una storia, un messaggio.  E’ il caso di Bombas Bologna, una piccola hamburgeria sarda, che con le sue confezioni biodegradabili e piccoli disegni, ha voluto fare qualcosa di più che deliziare i clienti bolognesi con i loro panini. “Per quanto riguarda il confezionamento abbiamo fin da subito pensato che potesse essere più di un semplice contenitore di cibi, ma anche uno spazio attraverso il quale avremmo potuto mandare un messaggio -raccontano i ragazzi sardi - Siamo riusciti a non chiudere nemmeno durante il primo periodo di lockdown e spostandoci per raggiungere il locale in una città deserta, l’idea del messaggio che avremmo voluto dare è stata immediata: Grazie. Abbiamo quindi iniziato a disegnare dei piccoli biglietti arcobaleno con la scritta: “Grazie #andràtuttobene” perché è grazie all’affetto di chi ha sempre continuato ad esserci vicino, che siamo riusciti a rendere meno tragico questo periodo.  #andràtuttobene era allo stesso tempo una certezza per noi: voi siete al nostro fianco quindi andrà tutto bene”. Un piccolo gesto di speranza, che tuttavia sembra non abbia accontentato a pieno i nostri protagonisti isolani. Lo staff sardo ha voluto infatti fare di più per i propri clienti, decorando i propri packaging con dei graziosi e originali fumetti. Per fare ciò, si è affidato alle mani del giovane artista sardo Davide Orrù, che ha voluto donare agli amici compatrioti un disegno che raffigurasse ciò che volevano comunicare: “Due piccoli aiutanti di Bombas con guanti e mascherine che proteggono, ma non riescono a coprire, il sorriso che vogliamo portare a casa di tutti con i nostri panini”. 

Sostenibili, tecnici, empatici, questi sono perciò i packaging nati con il Coronavirus, quelli che speriamo siano i packaging del futuro.







Golocious, Burger&Wine

Indirizzo: Via Cimarosa, 30, 80127 Vomero, Napoli, Italy

Telefono: 0815872195 

Instagram account: https://www.instagram.com/golocious/

Facebook account: https://www.facebook.com/golocious/


Inpact, Innovation Packaging Trading

Web Site:  https://www.inpact.biz/


Bombas Hamburgeria Sarda Bologna

Indirizzo: Via Alessandrini 19/d, Bologna, Italy 40126

Telefono: 0510361997

Instagram account: https://www.instagram.com/bombasbologna/

Facebook account: https://www.facebook.com/bombasbologna/


Articoli correlati

spro-porzioni-romane-n-2606.html

Spro-porzioni romane

7-motivi-per-mangiare-un-panino-con-la-frittata-n-2062.html

7 motivi per mangiare un panino con la frittata

confezioni-da-professionisti-per-panini-e-non-solo-n-1867.html

Confezioni da professionisti per panini e non solo

gualtiero-marchesi-un-visionario-anche-nel-panino-n-2106.html

Gualtiero Marchesi, un visionario anche nel panino

la-cucina-solidale-ai-tempi-del-coronavirus-n-2633.html

La cucina solidale ai tempi del Coronavirus

voglia-di-milano-design-week-n-2160.html

Voglia di Milano Design week!