Panino Italiano Magazine

Natale da regalare, Natale da gustare

Il panino a 360 gradi by Daniela Guaiti 22/12/2018

«Sto cercando un’idea per un pensiero per lo zio»… «Non so proprio cosa regalare a mia cognata»…«Sono a pranzo da mia suocera e dovrei portare qualcosa»… «o l’aperitivo con i colleghi in ufficio, non posso presentarmi a mani vuote».
Idee: quello di cui tutti andiamo a caccia sotto natale sono soprattutto le idee. E il buon gusto, quello che guida al mangiare e al bere bene, ne offre tante di idee: una bottiglia per un presente raffinato, un cesto per un pensiero che non finisca (come troppo spesso accade) tra la “paccottiglia da riciclare”, un panettone per presentarsi a una tavolata con un gesto tradizionale ma ricercato.

 

Il cofanetto natalizio di Antonella Corda racchiude il suo Cannonau 2016, vincitore dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso, e il bottone sardo in filigrana d'argento, pezzi unici realizzati appositamente dall'artigiano orafo Francesco Busonera per essere appesi all'albero di Natale. Per chi vuole unire qualcosa di personale e natalizio alla bottiglia da regalarel.
 

Il panettone di Giuliano Baldessari, chef del ristorante Aqua Crua a Barbarano Vicentino, è realizzato secondo una nuova ricetta, a partire da un impasto al grano arso aromatizzato con panace, una pianta antica che lo chef raccoglie nei boschi del Trentino, e uvetta di zibibbo. Per chi vuole stupire a fine pasto.

 

Un pack natalizio con una bottiglia di Whisky Benromach e 2 confezioni di Benromach Fudge offre un abbinamento irresistibile. La distilleria Benromach è la più piccola tra quelle tutt’oggi funzionanti nello Speyside. Malto pregiato, acqua pura e una lavorazione tradizionale, certificata secondo i rigorosi “Organic Standard”, sono alla base di un distillato profumatissimo. Per regalare un dopocena indimenticabile.

 

Nelle Cappelliere Bodrato sono racchiusi due livelli di bontà uno di Boeri incartati singolarmente, per conservare fragranza e intensità, e l’altro di Praline ripiene. La qualità nasce dall’incontro tra la tradizione del cioccolato piemontese e le migliori fave di cacao del pianeta. Per i golosi romantici.

 

La magnum di Campari da 3 litri, lanciata nel 2010 per i 150 anni del marchio, è quasi un oggetto da collezione. Per gli appassionati dell’aperitivo.

 

Profuma di Calabria la gift box creata da Callipo e Librandi: una bottiglia da di Gravello Val di Neto IGT, prodotto in edizione limitata e numerata, e una confezione da 820 g di Filetti di Tonno Riserva Callipo, invasettati a mano e lasciati stagionare per 12 mesi, realizzata in esclusiva per il centenario dell’azienda. A completare, un cavatappi Librandi e a una pinza da chef in acciaio. Per chi ha il Mediterraneo nel cuore.

 

Contengono una serie di delizie le cassette del Frantoio Sant’agata d’Oneglia. Accanto all’Olio Extravergine di oliva Riviera Ligure Riviera dei Fiori DOP 0,25 litri, l’Aceto Balsamico di Modena IGP, i Peperoncini farciti con tonno, e ancora, capperi, porcini e altre conserve, in un mix che cambia a seconda della composizione scelta ma che ha sempre come filo conduttore la solarità dell’olio. Per chi cerca l’estate tutto l’anno.

 

La Melanzana Rossa di Rotonda DOP è la nuova Eccellenza di Morgan Pasqual. Leggermente piccante, si sposa con i formaggi, le carni bianche alla griglia e gli arrosti di pesce, ed è perfetta per farcire un panino speciale. Per chi ama le cose semplici ma speciali.

 

La confezione Gold La Fenice racchiude un foie gras mi-cuit etico di Labourdette, l’unico foie gras ottenuto da oche allevate in libertà, 15 g di caviale d’oro, Imperial Osetra 35 anni prodotto da Koroleva da storioni vivi, una busta di patanegra 100% bellota Juan Pedro Domecq tagliato a mano, una confezione di acciughe del Mar Cantabrico, Revilla al burro, da un’antica ricetta degli inizi del ‘900, na bottiglia di Champagne Napoleon, una piccola cuvée storica dal blend prestigioso. Per chi cerca il meglio in ogni angolo del mondo.

 

Distillato artigianalmente in piccoli lotti, il gin Scapegrace è ottenuto da grano puro e dall‘infusione di 12 botaniche provenienti da varie parti del mondo: scorza di limone e di arancia, semi di coriandolo, baccelli di cardamomo, noce moscata, bacche di ginepro, chiodi di garofano, radice di angelica, radice di liquirizia, radice di giaggiolo, bastoncini di cannella, corteccia di cassia. Nella confezione regalo con il bicchiere per sorseggiarlo è il regalo perfetto per chi ama rilassarsi e gustare le cose buone.

 

Réserve Exclusive Brut Nicolas Feuillatte è uno Champagne fresco e vivace ma insieme elegante e accattivante, racchiuso in una confezione che si trasforma in una lanterna. Per chi non rinuncia alla magia delle decorazioni natalizie, neanche sul brindisi.

 

L’Olio Extravergine di Oliva Tocca Stelle nasce nella DOP Chianti Classico. Il nome racconta la capacità, già propria degli Etruschi, di guardare il cielo per lavorare la terra, di leggere negli astri quanto era meglio per le piante. Regalare olio è da sempre segno di buon augurio: per chi crede nelle stelle.

 

Il Panettone al Vinsanto di I dolci di Massimo, a Firenze, trova la sua personalità nell’uva passa bagnata nel Vinsanto. Per chi ama la tradizione, con un tocco diverso.

 

Panettone Classico e al Gianduja, Pandoro e Veneziana, ma anche Tronchetti e Biscotti di Natale: a chiudere il pranzo di Natale, i dolci di Giacomo Milano sono una certezza, preparati seguendo le ricette tradizionali, senza aggiunta di conservanti, con materie prime di altissima qualità.  Per Milanesi DOC, e non solo.

Un panettone a lunga lievitazione naturale, realizzato con farine macinate a pietra, il succo d’Uva Moscato d’Asti La Spinetta Bricco Quaglia, la nocciola Piemonte IGP e le arance candite Agrimontana, l’acqua di sorgente alpina Sparea e il burro Inalpi di filiera piemontese certificata: questo è Il Panettone delle Langhe di Gian Piero Vivalda, chef de L’Antica Corona Reale, due stelle Michelin. Per chi non rinuncia ai classici, ma sempre gourmet.

 

Il Panettone Maculan coniuga la fragranza della lievitazione naturale con i profumi del vino Torcolato, che entra nel Panettone classico attraverso la bagna con cui viene ammorbidita l'uvetta sultanina. Da servire in abbinamento naturalmente al Torcolato, vino passito prodotto con uva autoctona di varietà Vespaiola unicamente sulle colline di Breganze. Per chi cerca sempre l’abbinamento giusto.

 

Alain Locatelli nella sua Boulangeria pâtisseria a Milano prepara il panettone con farina macinata a pietra con grano italiano, senza residui chimici, nessun additivo, conservante o emulsionante, burro di alta latteria francese, lievito madre in purezza. Per chi cerca la radice della qualità.

 

Airone Rosso è un aperitivo ottenuto da una base di vermouth e un'infusione in Grappa di spezie ed erbe aromatiche. Con il suo colore rosso brillante e il sapore dolce e intenso di erbe aromatiche può essere servito liscio, shakerato oppure miscelato con succo d'arancia o con un goccio di vino bianco per fare il tipico spritz veneto. Per chi ama il contemporaneo con un toco rétro.

Il Moscato Spumante Metodo Martinotti DOC BIO Quaquarini è il vino da dessert per antonomasia, profumato, fresco, dolce e dissetante. Per chi ama i dolci e vuole chiudere in dolcezza.

I Trifulòt di Tartuflanghe sono mini tartufi dolci da 7 grammi, realizzati con  una ricetta semplice ed unica, con Nocciola Piemonte IGP e cioccolato di pasticceria. Pr chi dopo pranzo ha ancora voglia di spizzicare dolcetti.

Daniela Guaiti

Daniela Guaiti

Daniela Guaiti, autrice instancabile di manuali di cucina, ha fatto della divulgazione gastronomica la sua missione nella vita. Ha scritto libri su quasi tutto quello che ha a che fare con il cibo: la cucina tradizionale italiana e quella etnica, la cucina d’autore e quella dietetica, senza dimenticare i prodotti tipici, il vino e la birra. Tantissimi libri, con diversi editori, da Gribaudo a Giunti, da De’ Vecchi a Rizzoli, ma anche giornali: prima La Cucina del Corriere della Sera, e adesso La Cucina Italiana. Perché oltre al cibo, nella sua testa c’è la scrittura. Si è laureata in Letteratura Greca alla Statale di Milano, ma subito ha capito che non ci sarebbe stata un’altra via possibile: tra la letteratura e le ricette ha sposato queste ultime, senza se e senza ma. Anzi, un ‘ma’ c’è: ma non prendiamoci troppo sul serio!

Articoli correlati

panino-tedesco-vollkornbrot-con-sgombro-cren-e-pepe-rosa-n-2234.html

Panino tedesco: Vollkornbrot con sgombro, cren e pepe rosa

a-palazzo-del-ghiaccio-dal-12-al-14-ottobre-torna-milano-golosa-n-2504.html

A Palazzo del Ghiaccio dal 12 al 14 ottobre torna Milano Golosa

fotografare-il-cibo-con-lo-smartphone-n-1923.html

Fotografare il cibo con lo smartphone.

il-panino-fa-bene-alla-nostra-salute-n-737.html

IL PANINO FA BENE ALLA NOSTRA SALUTE

runner-o-tovaglietta-allamericana-per-una-tavola-originale-e-divertente-n-1782.html

Runner o tovaglietta all'americana per una tavola originale e divertente

auguri-app-n-2397.html

Auguri APP!