Panino Italiano Magazine

La nuova scuola per paninari digitali

Il panino a 360 gradi by Anna Prandoni 05/10/2020

Imparare a usare il digitale per promuovere il proprio locale


A cura di Anna Prandoni


La comunicazione non è più una scelta anche per chi si occupa di panini, che deve fare i conti con la sua reputazione digitale. Il mondo digitale ha coinvolto tutta la società. Anche chi lavora nel mondo del cibo non può esimersi dall’utilizzare al meglio social network, app e siti web per costruire la propria reputazione online.


Esserci non è una delle opzioni, ma è l’unica alternativa possibile.


Ma a me non interessa’.

Legittimo pensarla così, ma c’è un grande ma: che lo vogliate o no, voi ci siete già.

E scoprirlo è il passo indispensabile verso la consapevolezza della necessità di presidiare il territorio.


Il primo passaggio per essere credibili e per usare a proprio vantaggio questa presenza passa sicuramente per l’ascolto.

Ascoltare quello che la rete dice di noi ci permette di scoprire molto sulla percezione che gli altri hanno della nostra realtà.


Operativamente, come possiamo fare?

Intanto, mettendoci nei panni di chi cerca informazioni su di noi.

Da un browser, come utente che naviga in incognito, ricerchiamo il nostro nome e cognome, oppure il nome del nostro locale.

Quali informazioni troviamo? Come siamo posizionati?


Questo è il nostro primo biglietto da visita digitale: è esattamente la nostra immagine rispetto al mondo. Corrisponde ai nostri desideri? Offre l’immagine che vogliamo dare ai clienti?

Ma soprattutto, offre tutte le informazioni di cui il nostro cliente ha bisogno?


Controllare è il primo passo per migliorare il nostro posizionamento, e fare tutte le modifiche necessarie affinché il nostro locale sia presentato al meglio.


Quali informazioni sono necessarie e indispensabili?

– indirizzo corretto, possibilmente con le informazioni necessarie a raggiungerci, nel caso fosse necessario anche con una cartina dettagliata e alle informazioni da inserire nel navigatore.

– orari di apertura, giorno di chiusura. Sembra banale, ma spesso non si trovano con facilità e vanno ricercate.

– presenza digitale: decidere di avere i social network e non metterli in evidenza ovunque sia possibile è una contraddizione.


Controllare che tutto sia corretto e modificare quello che non va è il primo passaggio per costruire la propria reputazione digitale.




Credits: photo by Marvin Meyer, on Unsplash

Anna Prandoni

Anna Prandoni

Anna Prandoni è direttore de Il Panino Italiano e advisory board member dell’Accademia. Giornalista e scrittrice, da oltre 20 anni si occupa di enogastronomia con una particolare attenzione all’influenza che questo settore ha nella nostra società, prima come direttore de La Cucina Italiana, poi come direttore dell’Accademia Marchesi, oggi come direttore di Gastronomika, il magazine del cibo del quotidiano Linkiesta.

Articoli correlati

sorridi-e-un-panino-n-2220.html

Sorridi, è un panino!

un-panino-foodscovery-n-1963.html

Un panino Foodscovery

pane-di-matera-con-caciocavallo-e-confettura-di-miele-e-pere-n-2134.html

Pane di matera con caciocavallo e confettura di miele e pere

beacon-un-nuovo-modo-di-comunicare-la-qualita-n-1866.html

Beacon: un nuovo modo di comunicare la qualità

la-scuola-e-iniziata-n-1874.html

La Scuola è iniziata!

cucina-italiana-patrimonio-dellunesco-n-1949.html

Cucina italiana: patrimonio dell'Unesco?