Panino Italiano Magazine

La mozzarella? È italo-francese!

Prodotti & Produttori by Anna Prandoni 07/06/2017

Mucche francesi allevate bio, mozzarella italiana. Il tutto nella tenuta agricola di Maria Antonietta, voluta da Luigi XVI, a pochi chilometri da Parigi, nel borgo di Rambouillet. 

Che il progetto di Sara Lacomba fosse ambizioso, si capisce subito.

E che sia ben riuscito, l’abbiamo toccato con mano andando a trovarla nel suo regno (è proprio il caso di dirlo!) dove si è insediata da poco e ha potuto mettere in atto tutti i suoi sogni di anni di prove e tentativi.

Pugliese verace, con animo da donna d’affari e un amore parigino, Sara si è trasferita qui e ha cambiato vita: dalla raccolta fondi per le aziende è passata alla preparazione di mozzarelle, ricotte e burrate, usando il latte della Bergerie Nationale e studiando a lungo da artigiani in Puglia.

Che questi prodotti siano autenticamente italiani o no, poco conta: di sicuro sono prodotti con tecniche, manualità e…savoir faire tutto made in Italy. E del nostro Paese mantengono intatto il sapore!

La tenacia di questa giovane donna ha fatto il resto e le ha permesso di ottenere un luogo ristrutturato dal Ministero dell’Agricoltura per avere latte freschissimo, certificato bio, con cui produrre le sue delizie.

La fattoria, vastissimo parco cintato da cancelli con fregi dorati, oltre che luogo di produzione, è anche un posto speciale per un pic nic, o dove scoprire la vita della fattoria a bordo di un calesse, ma anche un istituto di ricerca dove lo Stato francese sperimenta idee innovative per un’agricoltura e un allevamento sostenibile e innovativo.

E se arrivare fin lì non è comodo, fermatevi nell’atelier parigino: sarà un’emozione imparare a preparare la mozzarella all’ombra della tour Eiffel

 

https://www.ottanta.fr/le-projet

 

Davide Leggio/Visit in

 

 

La mozzarella? È italo-francese!
Anna Prandoni

Anna Prandoni

Anna Prandoni è direttore de Il Panino Italiano e advisory board member dell’Accademia. Giornalista e scrittrice, da oltre 20 anni si occupa di enogastronomia con una particolare attenzione all’influenza che questo settore ha nella nostra società, prima come direttore de La Cucina Italiana, poi come direttore dell’Accademia Marchesi, oggi come direttore di Gastronomika, il magazine del cibo del quotidiano Linkiesta.

Articoli correlati

natale-da-mangiare-n-2547.html

Natale da mangiare

una-tradizione-centenaria-macelleria-beghin-n-2621.html

Una tradizione centenaria: Macelleria Beghin

il-prosciutto-crudo-iv-parte-n-1002.html

IL PROSCIUTTO CRUDO - IV PARTE

la-farina-riposa-n-2235.html

La farina? Riposa!

generi-alimentari-da-panino-diventa-un-minimarket-n-2663.html

Generi Alimentari da Panino diventa un MiniMarket

chef-mocho-e-mirko-ronzoni-animano-panb-di-corso-garibaldi-a-milano-n-2588.html

Chef Mocho e Mirko Ronzoni animano Panb di Corso Garibaldi a Milano