Panino Italiano Magazine

IoBoscoVivo, i funghi alleati dell’uomo e dell’ambiente

Prodotti & Produttori by Roberto Magro 18/06/2019

IoBoscoVivo è un'azienda alimentare di Vergiate, in provincia di Varese, nata nel 2013. 

Fa parte di un gruppo capeggiato da una società di elettronica che ha deciso di investire nel settore dell'alimentazione sana e sostenibilità ambientale.

Silvia Bertesago ne è l'amministratrice oltre che responsabile marketing: classe 1987, una laurea in scienze economiche, dopo essersi fatta le ossa nelle vendite e nel marketing nella società di famiglia, la capogruppo di cui fa parte IoBoscoVivo, ha deciso di cambiare settore. Appassionata di temi legati all'alimentazione e alla sostenibilità, complice anche un Master in Food Marketing del Sole 24 Ore, ha iniziato questa nuova avventura a metà tra impresa e natura.

L'abbiamo intervistata per conoscere meglio la mission di IoBoscoVivo e il prodotto di punta coltivato e commercializzato: il fungo Shiitake.

IoBoscoVivo vivo nasce 6 anni fa, parte dalla riqualifica e cura dell'ambiente e arriva a quella dell'uomo, i funghi come comun denominatore di questo percorso. Raccontami di questa evoluzione e qual è la tua definizione di Smart Functional Food?

Smart Functional Food sono cibi intelligenti e funzionali, capaci di aiutare a vivere meglio grazie alle loro proprietà salutistiche antiossidanti e antimicrobiche, infatti contengono sostanze utili all'organismo quali la vitamina D.

IoBoscoVivo è partita dall'ambiente con un lavoro di riqualifica del territorio nella fase di start-up, in collaborazione con diverse università ed enti pubblici, come l'Università di Varese, l'Università di Pavia e Parco del Ticino.

Un' approfondita attività di Ricerca & Sviluppo per la coltivazione dei funghi: selezione dei ceppi, preparazione del terreno. Inoltre, essendoci dotati di un laboratorio di ricerca all'avanguardia, l'azienda è in continua innovazione per lo sviluppo di nuovi prodotti salutistici.

Uno dei progetti di IoBoscoVivo è quello di creare una green community attorno ai funghi, come è nata questa idea e come si sta sviluppando?

Abbiamo realizzato un progetto di collaborazione con Parco Ticino e Università di Pavia per mettere in atto una vera e propria lotta biologica, incentrata sull'immissione del micelio di funghi negli alberi per combattere la robinia, un pianta esotica che infesta i nostri boschi. Il fungo utilizzato come una vera e propria arma verde per difendere l'ambiente. Ampie zone della brughiera del Parco del Ticino sono in corso di risanamento. La green community si declina poi  anche nei nostri orti botanici protetti.

Parlaci di questi orti, i Giardini Botanico-Micologici, di cosa si tratta? Sono visitabili e aperti al pubblico?

Sono ambienti naturali protetti nei quali coltiviamo piante e funghi e nei quali facciamo attività di ricerca. Una sorta di biblioteca biologica, verde, che insegni sopratutto ai bambini la biodiversità, per aumentare la conoscenza e la consapevolezza delle nuove generazioni sulla natura e sulle proprietà di alimenti naturali e biologici. Ne abbiamo due: uno a Crodo, dove coltiviamo sia funghi che piante, e uno a Finale Ligure con sole piante quali agrumeti, uliveti. Un nuovo giardino vedrà a breve la luce a Casale Litta proprio davanti ad una scuola elementare.

Quali funghi coltivate e quali caratteristiche hanno? Chi sono i vostri clienti? Vi rivolgete anche a ristoranti e locali?

I nostri canali preferenziali sono i negozi bio, essendo IoBoscoVivo un'azienda biologica e biologico è il nostro shitake: abbiamo clienti come NaturaSì, Piacere Terra, Cortilia, Bio C'Bon e anche alcuni ristoranti. Il fungo shiitake lo coltiviamo direttamente e viene poi venduto sia fresco che essiccato a bassissime temperature (37°C), un normale fungo secco viene solitamente essiccato a 60° C. Questo processo conferisce al fungo gusto e croccantezza, mantiene inalterate tutte le proprietà nutrizionali e nutraceutiche tipiche del fungo fresco, Oltre allo shiitake stiamo commercializzando anche una nuova linea di insaporitori sempre a base di funghi shiitake e altre varietà di funghi come ad esempio gli champignon, anch'essi fonte di vitamina D, sia secchi che in granuli.  

Parlaci più in partciolare del fungo shiitake. Quali caratteristiche nutrizionali possiede? In che senso quello coltivato da IoBoscoVivo si differenzia dagli altri in commercio e grazie a quali procedimenti?

Lo coltiviamo a Mergozzo, alle pendici della Val Grande, in serre aperte. Partiamo dalla particolarità di un substrato di corteccia di quercia, con un metodo di coltivazione unico che prevede l'utilizzo della luce solare al fine di arricchire il fungo di Vitamina D in modo del tutto naturale. E di vitamina D poi lo shiitake coltivato è un generoso serbatoio dal quale l'uomo può attingere. Sempre dalla Val Grande  arriva anche il nutrimento del fungo, grazie a una sorgente d'acqua ai piedi della valle. Coltiviamo anche funghi  Pleurotus ma il nostro prodotto di punta rimane lo shiitake. Le proprietà che diversi studi gli attribuiscono sono numerose: epatoprotettivo, antiossidante, riduce il colesterolo. Nel piccolo paese giapponese i cui abitanti ne facevano largo uso era considerato come un elisir di lunga vita. Con il supporto del nostro laboratorio stiamo producendo una serie di report che dimostrino le proprietà salutistiche del fungo che serviranno all' Efsa (European Food Safety Authority, ndr) per confermare queste favolose proprietà e consentirci di apporle in etichetta grazie al duro lavoro dei nostri ricercatori.

Quali sono i principi in cui IoBoscoVivo si identifica e che l'hanno portata ad ottenere una serie di certificazioni?

Abbiamo sviluppato dal 2015 un Sistema di Gestione Integrato sviluppato in base alle norme, ISO 14001:2015 e ISO 9001:2015, inoltre siamo già in possesso della Certificazione BIO ed intendiamo certificarci BIO SUISSE. I pilastri su cui si fonda la nostra filosofia sono 3: salvaguardia ambientale, cura e benessere dell'uomo, libertà dell'uomo di riavvicinarsi al mondo vegetale. 

Se dovessi indicare una qualità che caratterizza la tua società agricola e nella quale ti identifichi appieno, quale sceglieresti?

In una parola sola direi altruismo, prendersi cura delle altre persone e dell'ambiente che ci circonda. Anche come naturale conseguenza di un vissuto personale, che mi ha dato la spinta a fare qualcosa di concreto.

La voglia di agire, facendo impresa ma con un fine più alto: assicurare la salute e il benessere per il maggior numero possibile di persone.

IoBoscoVivo, i funghi alleati dell’uomo e dell’ambiente
IoBoscoVivo, i funghi alleati dell’uomo e dell’ambiente
Roberto Magro

Roberto Magro

Roberto è un impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante “flâneur”, almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare e alle arti visive, alla lirica e alla letteratura dell’opera omnia di Balzac.

Restando con i piedi per terra coltiva queste attività come passioni personali, quando può, nel tempo libero. Scrive di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore, crede siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove

Articoli correlati

francesco-e-la-nuova-fabbrica-di-cioccolato-n-2074.html

Francesco e la nuova Fabbrica di Cioccolato

pujje-un-olio-che-narra-la-propria-terra-n-1851.html

Pujje, un olio che narra la propria terra

senza-glutine-n-1946.html

Senza glutine

lo-sfilatino-piu-lungo-del-mondo-e-ripieno-di-san-daniele-n-2490.html

Lo sfilatino più lungo del mondo è ripieno di San Daniele

giovanni-e-l-aceto-ammaliatore-n-2081.html

Giovanni e l’aceto ammaliatore

quando-la-mela-fa-la-parte-del-panino-n-2452.html

Quando la mela fa la parte del panino