Panino Italiano Magazine

Il Panino a spasso… con il Conte Borromeo

Prodotti & Produttori by Anna Prandoni 05/06/2017

Un conte discendente della famiglia nobile del Cardinal Federigo di cui racconta Manzoni nei suoi “Promessi Sposi”.

Una cascina a Peschiera Borromeo.

Una bella storia di condivisione e produzione etica.

È questo quello che abbiamo scoperto durante la nostra visita alla Cascina Renata, accompagnati dal Conte Gianalfonso Borromeo.

Dopo la morte del padre nel 2002, scelse di prendersi a cuore la gestione della Società Agricola GAB Srl e dell’Antico Mulino Srl, pur partendo da tutt’altra esperienza professionale.

 “Mi sono scoperto critico rispetto all’agricoltura: i costi iniziali, il business modesto, l’utile piuttosto basso”. Poi, continua il Conte, “ho incontrato Alvise, che nel mondo dell’agricoltura andava controcorrente”.

Alvise Orlando è proprietario di MI.MHO (Milano Modern Horticulture), giovane azienda nata nel 2015 a Peschiera Borromeo con l’intento di promuovere un approccio etico e rispettoso dell’ecosistema attraverso un sistema agricolo di tipo sinergico. Fondato sulla consociazione delle colture e sull’attenta progettazione dell’intervento, questo sistema permette di ottenere ortaggi freschi di grandissima qualità nel rispetto della filiera corta e senza l’impiego di concimi e pesticidi. Assaggiati freschi sono una vera meraviglia di profumi intensi e di gusto che riempiono il palato!

È dalla condivisione di vedute tra MI.MHO e Società Agricola GAB Srl che è partito un progetto per l’agricoltura biologica: applicando i princìpi dell’agricoltura naturale, imparati dal metodo del giapponese Masanobu Fukuoka, la terra viene coltivata senza l’utilizzo di macchinari, rispettando i tempi della natura, imitandone i processi e contribuendo allo sviluppo della biodiversità.

Tecnicamente, all’inizio il campo viene arato per realizzare delle prose rialzate, sulle quali non si effettueranno poi altre lavorazioni se non la copertura dell’intero suolo con una pacciamatura di paglia; questa, degradandosi, forma un compost stabile, fertile, abitato da milioni di microrganismi vivi, e con capacità di ritenzione idrica.

Il risultato? Tutti i prodotti che crescono sono certificati Biologici, raccolti manualmente e, secondo i princìpi di sinergia, consociati virtuosamente per la crescita delle varietà e ruotati per rigenerare continuamente la fertilità del suolo.

Ma la storia di incontri continua. Nel terreno dei Borromeo è presente un’ampia zona umida, esempio perfetto di biodiversità. È ancora la curiosità del Conte a costruire condivisione. E dall’incontro con l’Associazione AmbienteAcqua Onlus, che si occupa di educazione ambientale, nasce un progetto per le scuole: secondo diversi modelli, il format dei corsi prevede una prima parte in classe che pone al centro il tema della biodiversità, successivamente un’uscita didattica sul territorio per visitare l’ampia zona umida presente proprio accanto alla Cascina Renata, e di nuovo un momento di ripresa in classe.

“Tutta questa energia si basa sugli incontri. Ho ricevuto tanti no, all’inizio. Io ho avuto molto nella vita, perciò mi sento di dover restituire qualcosa. Ho una zona umida, e cosa faccio? Me la tengo per me? C’è il problema dei migranti e dei disoccupati, e cosa faccio? Posso dare un lavoro? Sì, anche. Ma soprattutto posso restituire una dignità. Noi, insieme, non vogliamo fare come gli altri. Ma vogliamo guardare al lungo termine: massimizziamo la manodopera, teniamo i prezzi del mercato per i prodotti, ma valorizzando al massimo la qualità”.

 

Fare agricoltura, fare educazione, fare attività sociali. Tutto questo insieme.

Sono storie di persone diverse che si sono intrecciate, e incontri umani che hanno intessuto una trama che inizia ad articolarsi in maniera davvero affascinante.

Per raccogliere prodotti perfetti da usare, chissà, anche per un panino vegetale di alto valore: gustativo ma soprattutto etico.

Il Panino a spasso… con il Conte Borromeo
Anna Prandoni

Anna Prandoni

Giornalista e scrittrice, già Direttore responsabile e Brand Director di 'La Cucina Italiana', è Direttore di Grande Cucina. Direttore Responsabile di 'Il panino Italiano' e advisory board member dell'omonima Accademia, responsabile corsi gourmet e digital advisor per l'Accademia Gualtiero Marchesi, ha sviluppato i progetti digitali unaricettalgiorno.it, TavolaSpigolosa e MilanoSecrets. Dopo 36 libri di ricette editi in Italia, a dicembre 2015 è uscito per Quarto publishing il suo primo libro di cucina italiana per bambini americani, in lingua inglese, 'Let's cook italian'. TedX speaker sul tema #piùcibomenofood non vive senza il suo amato twitter, dove scrive ricette in un tweet come @panna975.

Articoli correlati

pane-nero-di-castelvetrano-n-1357.html

PANE NERO DI CASTELVETRANO

panino-upstream-un-incontro-di-qualita-al-servizio-di-chi-viaggia-n-1895.html

Panino Upstream: un incontro di qualità al servizio di chi viaggia

la-mozzarella-e-italo-francese-n-1898.html

La mozzarella? È italo-francese!

marco-uomo-della-farina-n-2060.html

Marco, uomo della farina

guarda-wardagarda-n-1917.html

Guarda WardaGarda

parmigiano-reggiano-re-dei-formaggi-iv-parte-n-857.html

PARMIGIANO REGGIANO: RE DEI FORMAGGI - IV PARTE