Panino Italiano Magazine

I mukbanger del web: ovvero, le macchine da cibo parlanti!

Il panino a 360 gradi by Sara Uslenghi 17/07/2019

Farsi fuori una montagna di pollo fritto, pizza, panini mentre si intrattiene il pubblico chiacchierando? I mukbang sono la mania del momento. Nati in Corea del Sud, ora spopolano ovunque 

 

Vi ricordate Poldo, il personaggio di Braccio di Ferro (nella versione originale si chiama più pomposamente J. Wellington Wimpy) che riusciva a demolire una pila di hamburger senza battere ciglio? In confronto agli odierni mukbanger, impallidisce. Anche perché mentre il buon Poldo mangiava silenziosamente, qui ci troviamo di fronte a ragazzi e ragazze che riescono ad ingurgitare quantità impressionanti di cibo in pochissimo tempo, chiacchierando amabilmente o comunque interagendo con l'audience. Il fenomeno di questi live broadcast 'mangerecci' è partito da giovanissimi sudcoreani nel 2010 sulla piattaforma Afreeca TV, per poi allargarsi ad altri host come Youtube e Twitch. I pionieri sono diventati velocemente delle celebrità: personaggi come Banzz o Yuka Kinoshita (una ragazza giapponese) si sono fatti strada a suon di mega porzioni, tra zuppe orientali, noodles, pile di sub e molto altro. Non sono mancate le polemiche, ovviamente: in un mondo ipernutrito, il messaggio non è proprio dei migliori. E mangiare grandi quantità di cibo in poco tempo -fenomeno peraltro già presente nei canali di competitive eating, come quello di Furious Pete- non è sicuramente favorevole alla digestione. C'è da dire che, a parte rarissimi casi, i mukbanger orientali sono quasi tutti incredibilimente magri. Una delle più pazzesche (beato il suo metabolismo) è Peggie Neo, una ragazza esile di Singapore che riesce a spianare tavolate piene di cibo vario, con una propensione particolare per panini e sandwich di vario genere. Qui la potete vedere alle prese con i burger di pregiato manzo Wagyū giapponese. Altra diva dei mukbang è sicuramente Keemi, incantevole giovane coreana che vive negli Stati Uniti, che oltre a mangiare e chiacchierare in compagnia del marito e del suo Samoiedo Amahe, aggiunge anche qualcosa in più perché cucina spesso e condivide le ricette con il pubblico prima di partire con il mukbang. I suoi piatti hanno ovviamente molte influenze orientali: se volete cimentarvi, potete trovare, ad esempio qui la ricetta e il mukbang del sandwich di noodles giapponesi (Yaki Soba) e qui quella del panino al Bulgogi, manzo coreano marinato e grigliato. I mukbanger americani sono un altro paio di maniche rispetto ai loro colleghi d'oriente: virano decisamente sul cibo da fast food, anzi direi che è il loro unico protagonista. E non sono per niente filiformi, anzi, tendono ad essere un sovrappeso. Se avete lo stomaco forte potete dilettarvi con le prodezze di due personaggi abbastanza assurdi, che spesso si ingolfano di panini da fast food e roba straunta possibilmente intinta in fiumi di formaggio fuso: ecco a voi Steven Sushi alle prese con un sandwich ai cheetos (patatine piccanti di mais) e Nikocado Avocado con il grilled cheese sandwich. Chiudiamo però con due mukbanger donne decisamente più carine ed educate nel modo di mangiare: la prima è Steph Pappas, che predilige i car mukbang nei drive in della zona (si è anche attrezzata con un vassoio da appoggiare al volante) e alterna video in cui mangia e chiacchiera a quelli in cui fa shopping di vestiti e trucchi. Steph è simpaticissima e ancora più simpatico è il padre, che spesso è una guest star dei suoi mukbang. Una mukbanger un po' particolare, infine, è Lexi Babe. Cucina cose improbabili (come la torta di Big Mac o i nachos-spaghetti, sì avete letto bene) e mangia tantissimo, ma la cosa interessante è che riesce, in questa cornice frivola, ad affrontare argomenti molto seri come i disturbi alimentari, il disordine bipolare e la depressione e lo fa in modo ironico e intelligente. 

L'elenco dei mukbanger americani potrebbe andare avanti ancora a lungo, ma chiudo con due Youtuber italiane che stanno seguendo l'onda: una è Chiara Paradisi, che ha un ottimo seguito con i video di scorpacciate e l'altra è la mitica Follettina Creation, qui alle prese con un panino (dall'aspetto non proprio gustosissimo) al pulled pork. 

 

 

Credits:

https://www.instagram.com/stephpappas

https://www.instagram.com/neopeggie

https://www.instagram.com/keemikim/

I mukbanger del web: ovvero, le macchine da cibo parlanti!
I mukbanger del web: ovvero, le macchine da cibo parlanti!
Sara Uslenghi

Sara Uslenghi

Sara Uslenghi. Giornalista, laureata in latino umanistico. Le piacciono gli horror anche se poi dorme con la luce accesa, non sopporta quando si parla male dei videogiochi e non riesce mai a mettere il limone su tutta la cotoletta.

Articoli correlati

pane-companatico-e-solidarieta-n-2174.html

Pane, companatico e solidarietà

40-anni-e-non-sentirli-n-2414.html

40 anni e non sentirli

illustrazione-patafisica-della-focaccia-n-2444.html

Illustrazione patafisica della focaccia

il-panino-di-elvis-fools-gold-loro-del-matto-n-1811.html

Il panino di Elvis "Fool's gold" (l'oro del matto)

e-come-un-abbraccio-n-2050.html

È come un abbraccio

il-panino-al-salon-du-chocolat-n-2137.html

Il Panino al Salon du Chocolat