Panino Italiano Magazine

I due superstiti della Torino-Savona promettono battaglia

Panino Tour by Alessio D'aguanno 23/01/2019

Cinque mesi fa, nel pieno dell’afa estiva, l’ultima idea imprenditoriale dello chef 3 stelle Michelin Niko Romito prendeva forma.

Sulla strada Statale 17 all’altezza di Castel di Sangro, paesino in cui sorge il ristorante Reale dello stesso chef abruzzese, la nascita di ALT Stazione del Gusto sembrava poter rappresentare il primo passo per una rinascita delle aree di servizio autostradali all’insegna della qualità enogastronomica e della piccola gestione imprenditoriale.

Ma, purtroppo, la strada si sta facendo più tortuosa del previsto per chi porta avanti questa filosofia da anni.

Era agosto 2015 quando i ministri dello sviluppo economico Federica Guidi, e delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio firmarono un decreto per la Ristrutturazione della rete delle aree di servizio autostradali.

Il Piano prevedeva:

- “la chiusura di 25 aree autostradali – all’epoca il 5 % del totale – con erogati inferiori a 2 milioni di litri annui e fatturati relativi ai prodotti principali inferiori a 750.000 euro annui”

- la gestione in modalità stagionale di alcune aree

- l’esercizio di gestioni unitarie delle attività oil e non oil

- l’accorpamento di 14 aree di servizio con l’area prospiciente

- l’ampliamento dei servizi di rifornimento self-service, in particolare nell’orario notturno

Oggi, a oltre 3 anni dall’approvazione del decreto, nella regione più colpita dallo stesso, il Piemonte, due aree su sei sono rimaste ancora aperte. Per ora.

Si tratta dell’area di servizio Mondovì Ovest, aperta 54 anni fa, e dell’area Rio Colorè Ovest. Entrambe valorizzano i prodotti locali nelle due aree di vendita e di somministrazione. L’area ristoro della seconda, il “Bar Festival”, gestita da 28 anni da Alberto Vinai e dalla moglie Lorena, è rinomata fra i foodies per gli ottimi panini – con le verdure grigliate in casa, con peperoni e bagna càuda, con le acciughe al verde, e con la salsiccia di Bra – e per gli eccellenti prodotti da scaffale (dolci, prodotti locali, marmellate, zuccherini alcolici, ecc…).

Il termine di scadenza per la riconsegna delle chiavi alla società concessionaria dell’A6 – entrambe le aree si trovano su questo tratto autostradale, noto anche come Torino-Savona – era il 31 dicembre 2018. Oggi, a distanza di quasi un mese dall’ipotetica chiusura, i ‘superstiti’ si rifiutano di tirar giù le serrande, assieme ai loro clienti, perché la società concessionaria non ha preso provvedimenti di riconvertirla come previsto dal decreto del 2015.

In una voce dello stesso, infatti, sono previste misure alternative, come la chiusura del solo distributore di carburante – come avvenuto nell’area di servizio Rio Colorè Ovest –, la chiusura dell’area di sosta nel periodo dell’anno di minor traffico, la chiusura/apertura durante le ore notturne in base alla convenienza, e l’automatizzazione di tutti i servizi 24 ore su 24.

Entrambi i gestori dei locali, questa mattina al telefono, ci hanno confermato di essere in attesa di sapere gli sviluppi della vicenda, dopo l’ultimo ‘agguato’ dei rappresentanti della società concessionaria il 16 gennaio.

Nel caso in cui le due aree di servizio - in cui attualmente lavorano una cinquantina di dipendenti - venissero chiuse, l’ipotesi di poter partecipare ai bandi per l’assegnazione delle nuove aree di sosta –previsti sempre dallo stesso decreto - sarebbe da scartare, poiché i gestori non riuscirebbero a soddisfare gli elevati requisiti economici richiesti.

Noi preghiamo perché tutto possa andare per il meglio, sperando che la professionalità e l’esperienza di questi lavoratori possa avere la meglio.

 

Vinai Alberto E C. S.N.C.

Indirizzo: Autostrada A6 Torino-Savona Rio Colorè Lato Ovest, Bra, CN 12042

Telefono0172 490014

 

Mondovì Ovest (Total-Erg)

Indirizzo: Autostrada A6 Torino-Savona, KM 63, Mondovì, CN 12084

Telefono0174 43548

 

Alessio D'aguanno

Alessio D'aguanno

Alessio D'Aguanno, una laurea in Dietistica e un Master in Food & Wine Communication, si appassiona per caso al cibo e ne rimane folgorato. Il suo credo è "Love you can eat", apprezza quello che puoi mangiare e tutto sarà più buono.

Articoli correlati

piazza-san-babila-crocevia-di-storia-e-innovazione-allinsegna-del-panino-n-1267.html

PIAZZA SAN BABILA: CROCEVIA DI STORIA E INNOVAZIONE ALL'INSEGNA DEL PANINO

il-carasino-di-sardo-n-2328.html

Il Carasino di Sardò

mangiari-di-strada-di-giuseppe-zen-n-1973.html

Mangiari di strada di Giuseppe Zen

chic-go-in-montenapoleone-n-1643.html

CHIC & GO IN MONTENAPOLEONE

una-pizzeria-di-torino-sforna-alcuni-ottimi-burger-fish-n-2380.html

Una pizzeria di Torino sforna alcuni (ottimi) burger fish

in-una-nota-birreria-di-torino-abbiamo-mangiato-un-panino-con-pollo-al-curry-n-2406.html

In una nota birreria di Torino abbiamo mangiato un panino con pollo al curry