Panino Italiano Magazine

Hadel Pask: a Napoli il panino sospeso

Panino Tour by Daniela Guaiti 04/05/2017

Pensate che lasciare la mancia sia da cafoni? Sbagliato, anzi, sbagliatissimo. Soprattutto a Napoli, nel nuovo pub “Hadel Pask”: qui la mancia lasciata al personale di sala servirà a garantire un pasto appetitoso a chi purtroppo non può permetterselo. Dopo il caffè sospeso e la pizza sospesa, dunque, anche il panino, pronto ad aspettare chi ha bisogno. E che panino! Il 3 maggio è stata la data di inaugurazione di un locale animato dalla passione per la qualità. Eccellenza nei prodotti, a partire dalle carni: la Rubia Gallega, proposta alla griglia, arriva dalla Galizia, nel Nord-Ovest della Spagna, ed è proprio la vicinanza dell’Oceano a regalarle una inconfondibile salinità. Il pane è quello dello storico panificio Rescigno. E poi la creatività della cucina e l’attenzione ai dettagli, come la proposta dei panini gourmet in versione mini, perfetta per l’aperitivo. Tocco creativo, il menu, che riflette il concetto “social” alla base del progetto: tutti i taglieri prendono nome da hashtag famosissimi (#foodporn, #foodgasm, #healthy, #tasty), mentre i panini ereditano i loro nomi da quelli dei social (Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat...).

Tutto da gustare:

HADEL PASK

Piazza dell'Immacolata 17

Napoli

T. 081 229 2329

info@hadelpask.it

Hadel Pask: a Napoli il panino sospeso
Hadel Pask: a Napoli il panino sospeso
Hadel Pask: a Napoli il panino sospeso
Daniela Guaiti

Daniela Guaiti

Daniela Guaiti, autrice instancabile di manuali di cucina, ha fatto della divulgazione gastronomica la sua missione nella vita. Ha scritto libri su quasi tutto quello che ha a che fare con il cibo: la cucina tradizionale italiana e quella etnica, la cucina d’autore e quella dietetica, senza dimenticare i prodotti tipici, il vino e la birra. Tantissimi libri, con diversi editori, da Gribaudo a Giunti, da De’ Vecchi a Rizzoli, ma anche giornali: prima La Cucina del Corriere della Sera, e adesso La Cucina Italiana. Perché oltre al cibo, nella sua testa c’è la scrittura. Si è laureata in Letteratura Greca alla Statale di Milano, ma subito ha capito che non ci sarebbe stata un’altra via possibile: tra la letteratura e le ricette ha sposato queste ultime, senza se e senza ma. Anzi, un ‘ma’ c’è: ma non prendiamoci troppo sul serio!

Articoli correlati

nel-centro-di-milano-abbiamo-mangiato-un-ottima-brioscia-con-gelato-n-2471.html

Nel centro di Milano abbiamo mangiato un’ottima brioscia con gelato

milano-in-un-panino-la-ricetta-di-simone-tricarico-n-2590.html

Milano in un panino: la ricetta di Simone Tricarico

il-panino-vicentino-n-2643.html

Il panino vicentino

un-capolinea-che-e-eterna-partenza-n-1865.html

Un capolinea che è eterna partenza

milano-in-un-panino-n-1950.html

Milano in un panino

u-panuozzo-questo-sconosciuto-n-2369.html

'U panuozzo, questo sconosciuto