Panino Italiano Magazine

Dopo la finta carne bovina è stata presentata la finta carne suina

Il panino a 360 gradi by Alessio D'aguanno 22/01/2020

Dopo il formidabile successo con il finto burger di manzo, l’azienda di Pat Brown Impossible Foods, fra i cui finanziatori c’è un certo Bill Gates, ha bissato l’exploit con un altro prodotto.

A cura di Alessio D’Aguanno

Alla più attesa fiera tecnologica dell’anno, il Consumer Electronic Show (CES) tenutosi a Las Vegas dal 7 al 10 gennaio, ha presentato l’Impossible Pork. Ovvero, finta carne suina. La base proteica è sempre la soia, mentre quella grassa è costituita dall’olio di girasole e dall’olio di cocco. La scelta di puntare su questo animale è dettata dal fatto che la carne suina è quella più consumata al mondo – in particolare in Cina, nuovo potenziale mercato dell’azienda - e i suoi allevamenti, come nel caso di quelli bovini, impattano in maniera importante a livello ambientale. Rispetto alla vera carne presenta un minor contenuto di grassi, saturi compresi, e un maggior contenuto di sale, di circa 5 volte superiore rispetto alla controparte vera. A differenza del burger, questo prodotto si presta a diversi tipi di preparazioni: polpette, sfilacci, salsicce – in test nei Burger King americani a partire dal 13 gennaio – e gli stessi burger. Come nel caso della variante di manzo il compito è stato quello di avvicinare il più possibile il prodotto ‘vero’, per convincere gli onnivori a ridurre il consumo di carne. Saranno riusciti nell’intento?


Sempre nella stessa esposizione, fra novità che hanno riguardato i settori dell’Internet of Things (IOT), della Robotica e dell’Intelligenza Artificiale sono state lanciate importanti altre novità in ambito alimentare.

Primo fra tutti uno strumento che può rivelarsi molto utile in ambiente familiare e ristorativo. Si chiama Juno Chiller ed è un dispositivo in grado di raffreddare le bevande, al contrario di ciò che il microonde fa con le pietanze, in tempi simili. Una bottiglia di birra di 12 once – 355 ml – impiega due soli minuti per raggiungere la temperatura di 4 °C, una da 750 ml di vino ne impiega cinque per raggiungere i 9,5 °C. L’utilizzo è molto semplice: si inserisce la bevanda che si vuole raffreddare nel cilindro, si imposta la temperatura desiderata e poi si aspetta. Funziona ottimamente anche con bevande gassate, al prezzo di € 158.


Altra materia che ha avuto, e che avrà sempre più un ruolo importante, è stata la blockchain. Ibm e Farmer Connect hanno sviluppato un’app, Thank My Farmer, in grado di comunicare agli appassionati di caffè tutti i passaggi di filiera del prodotto che stanno consumando. Dalla raccolta dei chicchi fino alla torrefazione; tutto è tracciato e fruibile dall’app con una mappa interattiva.

Altre novità presentate sono state il robot americano che condisce fino a 300 pizze al giorno, a cui si stanno interessando alcune dark kitchen - ristoranti senza coperti, che offrono solo il servizio domicilio – il robot simile al Bimby in grado di suggerire ricette con gli ingredienti presenti nel frigo e di aiutare in alcune fasi della preparazione, e un tappetino su cui appoggiare i contenitori degli alimenti, in grado di avvisare tramite un sistema di IOT quali di questi ultimi stanno terminando e che dovranno essere ordinati, sempre via app.

A oggi non è dato sapere quante di queste innovazioni entreranno a far parte delle nostre vite; indubbiamente, quello che più ci incuriosisce è se la finta carne suina entrerà di diritto nella nostra alimentazione.

E, magari, anche nei nostri panini.


Alessio D'aguanno

Alessio D'aguanno

Alessio D'Aguanno, una laurea in Dietistica e un Master in Food & Wine Communication, si appassiona per caso al cibo e ne rimane folgorato. Il suo credo è "Love you can eat", apprezza quello che puoi mangiare e tutto sarà più buono.

Articoli correlati

s-pellegrino-young-chef-il-talento-in-cucina-motore-per-il-cambiamento-sociale-n-2356.html

S.Pellegrino Young Chef: il talento in cucina motore per il cambiamento sociale

antonio-trampolini-sono-cresciuto-a-pane-e-olio-n-401.html

ANTONIO TRAMPOLINI: SONO CRESCIUTO A PANE E OLIO

community-del-panino-un-luogo-di-confronto-per-esercenti-appassionati-e-operatori-del-settore-n-2595.html

Community del panino: un luogo di confronto per esercenti, appassionati e operatori del settore

mangiare-fuori-casa-senza-glutine-n-2567.html

Mangiare fuori casa, senza glutine

rosetta-e-pancetta-n-369.html

ROSETTA E PANCETTA

terme-e-panini-n-1943.html

Terme e panini