Panino Italiano Magazine

Con un’app abbiamo acquistato 8 brioche di Pavè a 5€

Il panino a 360 gradi by Alessio D'aguanno 28/05/2019

L’idea è di Too Good to Go, una start-up danese sbarcata da poco in Italia

a cura di Alessio D’Aguanno

 

Quando i nostri nonni avanzano il cibo, avevano già pronta la modalità per ricuperarlo. Con la carne si facevano le polpette, la pasta veniva ripassata al forno, le verdure diventavano frittata, e così via.

Con i cambi generazionali e con la crescente lontananza dalla guerra, periodo nella quale ‘si faceva la fame’, il senso di colpa per il cibo buttato è diminuito sempre più. Lo spreco, che attualmente affligge un terzo di tutta la produzione alimentare mondiale, è da ricondurre sia a una ridotta efficienza in fase di produzione sia a un eccesso di offerta rispetto alla domanda. Per evitare che quest’ultimo diventi rifiuto in bar e ristoranti, è nata una start-up danese con l’obiettivo di recuperarli e di far risparmiare a chi la utilizza anche plastica e denaro.

Si chiama Too Good To Go ed è sbarcata in Italia da pochissimo. L’utilizzo è molto semplice: si scarica dagli store, si guarda quale dei locali aderenti distribuisce cibo invenduto – è sempre del giorno stesso – nella propria città, lo si paga in anticipo e lo si va a ritirare nell’orario indicato.

Il contenuto della busta, nominata magic box, rimane misterioso fino all’apertura della stessa. Quello che ci è dato sapere, già al momento dell’ordine, è il prezzo, che varia fra i 2 e i 6 €. Al nostro primo utilizzo dell’app abbiamo deciso di andare sul sicuro e di optare per Pavé – Break, l’avamposto di una fra le più note e migliori pasticcerie meneghine in zona Crocetta.

Abbiamo ordinato la magic box al prezzo di 5€, ci siamo recati fra le 15:00 e le 15:30 – orario indicato dalla struttura, nonché ultima mezz’ora prima della chiusura – con la nostra borsa di plastica, perché bisogna portare la propria, e abbiamo scelto alla cieca fra due grosse buste bianche.

Usciti dal locale siamo rimasti sorpresi. Non ci saremmo mai aspettati che il contenuto fosse così proficuo: 8 brioche al prezzo di 5€. Una media di 0,63€ l’una, rispetto al prezzo ordinario che, per i prodotti presenti nella busta, varia dagli 1,50€ della liscia e del pain au chocolat fino ai 2,50€ della rossa e del kipfel alle mandorle e crema.

Nemmeno all’assaggio siamo rimasti delusi. Premessa: non sono identiche a quelle che potete assaggiare fresche in negozio – qualcuna l’abbiamo trovata più friabile, altre meno croccanti del solito – ma è pur vero che le abbiamo pagate 1/3-1/4 del prezzo reale.  Discorso a parte meritano le confetture e le creme, che sono rimaste intatte.

Un’iniziativa molto positiva che farà parlare molto di sé e - ci auguriamo - anche dei locali che decidono di adottarla.

Contro lo spreco di cibo, plastica e denaro.

Complimenti.

Con un’app abbiamo acquistato 8 brioche di Pavè a 5€
Alessio D'aguanno

Alessio D'aguanno

Alessio D'Aguanno, una laurea in Dietistica e un Master in Food & Wine Communication, si appassiona per caso al cibo e ne rimane folgorato. Il suo credo è "Love you can eat", apprezza quello che puoi mangiare e tutto sarà più buono.

Articoli correlati

pane-a-dondolo-n-2023.html

Pane a dondolo

7-motivi-per-mangiare-un-panino-con-la-frittata-n-2062.html

7 motivi per mangiare un panino con la frittata

panini-dellaltro-mondo-n-2534.html

Panini dell'altro mondo

pane-per-i-tuoi-denti-progetto-semiserio-per-panini-gourmet-dedicati-n-2166.html

Pane per i tuoi denti. Progetto semiserio per panini gourmet dedicati

la-scalata-del-panino-n-2179.html

La scalata del Panino

il-ruolo-del-pane-nella-dieta-mediterranea-n-2519.html

Il ruolo del pane nella Dieta Mediterranea