Panino Italiano Magazine

Gli articoli di: Alberto Capatti

Alberto Capatti

Alberto Capatti

Ha diretto la rivista La Gola e il mensile Slow di Slow Food. Ha scritto libri e saggi di storia della cucina francese e italiana ed è stato il primo Rettore dell'Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo.Gli abbiamo proposto la presidenza dell'Advisory Board perché ama valorizzare i patrimoni potenziali, rendendoli beni comuni e fruibili da tutti, sotto l'egida di una ricerca instancabile della verità e della trasparenza.

Piatti, piattini e “scarpette”. E il panino dove sta?

Piatti, piattini e “scarpette”. E il panino dove sta?

Il Gambero Rosso li ha raccontati e fotografati. Piatti, piattini che portano disegnati e colorati frammenti di cibo, bave di salse, perché il design oggi non esita a prender...

Leggi
LA STORIA DEI CROSTINI...

LA STORIA DEI CROSTINI...

Non erano trascurati da chi organizzava il lungo banchetto principesco o papale, anzi vi entravano nella descrizione dettagliata delle pietanze. Bartolomeo Scappi li chiamava ...

Leggi
“Quando un piatto fa storia”

“Quando un piatto fa storia”

Nel 2020 Phaidon ha pubblicato, in inglese, quindi tradotto in italiano "Quando un piatto fa storia". Sottotitolo L’arte culinaria in 240 piatti d’autore (Ed. Phaidon/L’...

Leggi
Storia del panino vegetariano, le “finte” carni

Storia del panino vegetariano, le “finte” carni

Prima di affrontare dibattiti e decreti dell’Europa sulle finte carni e su quelle veg, occorre presentare chi scrive.A cura di Alberto Capatti Ho pubblicato "Vegetit" s...

Leggi
Pane e formaggio. Due righe di storia

Pane e formaggio. Due righe di storia

Nel "Regimen sanitatis scholae Salerni", codice dell’ XI secolo, colgo un cenno ai cibi molto nutritivi fra cui "Caseus orbatus, panisque recens oculatus": Il cacio privo di...

Leggi
Storia del panino vegetariano, Anni ’90 e oltre

Storia del panino vegetariano, Anni ’90 e oltre

Gli Anni ’90 vedono una svolta decisiva nel rapporto fra panino ed il suo omonimo vegetariano o veg. A cura di Alberto CapattiCon tofu e tempeh è il mondo intiero che ...

Leggi
Storia del panino vegetariano, gli esordi

Storia del panino vegetariano, gli esordi

"Cucina vegetariana manuale di gastrosofia naturista", è  stampato a Milano da Hoepli nel 1930.A cura di Alberto CapattiE’ il primo ricettario in lingua italiana, e l’au...

Leggi
Panino, nome e destino

Panino, nome e destino

Il nome ‘panino’ è sfigato? Semmai modesto, sottomesso a quello di un lord inglese - lord Sandwich - che nell’Ottocento s’impone in tutta l’Europa qualunq...

Leggi
Il pane ora

Il pane ora

Il panino ha posto il pane al centro di ogni combinazione di ingredienti e l’ha tradotto in forme, oggetti, colori ed arte. A cura di Alberto CapattiVogliamo dunque immagin...

Leggi
Delle fotografie che raccontano storie di pane...

Delle fotografie che raccontano storie di pane...

Le fotografie di Maurizio Camagna montano e smontano Roma, si attardano in via dei Chiavari e in Campo dei fiori, ficcano gli occhi e le mani nell’impasto, illuminano e spen...

Leggi
Degustare non è un gioco!!!

Degustare non è un gioco!!!

Degustare non è un gioco e domanda sensibilità e scaltrezza.A cura di Alberto Capatti Ho davanti a me, su un piatto bianco un panino: 70-80 grammi di pane oblungo, c...

Leggi
Artusi 2020

Artusi 2020

Il 4 agosto prossimo cade il bicentenario della nascita di Artusi.A cura di Alberto Capatti           I suoi sandwiches che figurano nella prima ...

Leggi
Un panino, prego!

Un panino, prego!

Il pane imbottito,Soltanto due fette,In mezzo condito Con mille ricette,È oggi diventatoPane consacratoCome l’ostia in chiesaE spesso a sorpresaNutre i nostri pensieriPiù...

Leggi
Il panino fantasma

Il panino fantasma

Con il Covid19, la chiusura di scuole, negozi, ristoranti e fabbriche, il panino si è sdoppiato in un fantasma, che riappare dietro insegne che lo nominano e lo ricordano, ch...

Leggi
Niente rimpianti

Niente rimpianti

Com’era bello quel primo morso del panino siciliano seguito da un sorso! E’ proprio quello che non dobbiamo dirci con locali chiusi, piazze deserte e l’autocertificazion...

Leggi
In guerra con le lenticchie

In guerra con le lenticchie

Siamo sempre in guerra e quindi andiamo a consultare Il libro di casa 1943 del gruppo editoriale Domus. Una agenda, con una pagina disponibile ogni giorno, e in margine la ri...

Leggi
Il panino coatto

Il panino coatto

Il panino è stato, in passato, una via di fuga. In diligenza nutriva lunghi viaggi, in treno provvedeva ad accorciare i percorsi, in auto era preso al volo in un grill. Anche...

Leggi
Gli orari, che pena!

Gli orari, che pena!

Difficile creare imprevisti : mattino, mezzogiorno e la sera, alle sette e mezza precise, si è a tavola, tornati ad orari fissi.A cura di Alberto CapattiCome derogare? Di sol...

Leggi
A porte chiuse

A porte chiuse

In questi tempi, è inevitabile ricercare antefatti alla nostra chiusura in casa, nutriti a misura, e trovare analogie pregresse, quindi vie di fuga possibili. E si pensa all...

Leggi
Rime fra due fette di pane

Rime fra due fette di pane

Cosa succede quando la letteratura incontra la cucina italiana? Vogliamo sperimentare pensando al panino anche nella sua veste poetica, dedicandogli un’ode come facevan...

Leggi