A Torino si trova ancora un Divin pane, burro e zucchero!

09/03/2019
By Alessio D'aguanno
A Torino si trova ancora un Divin pane, burro e zucchero!

Ci siamo addentrati in una paninoteca per assaggiare degli ottimi panini salati e siamo rimasti stupiti da una sorpresa dolce

a cura di Alessio D’Aguanno

 

Nella patria del tramezzino – Torino, per chi non lo sapesse – diverse sono le paninoteche che offrono un prodotto gradevole a un prezzo convincente. Panini espressi con abbinamenti invitanti – scordatevi il nome gourmet almeno per questa volta – per i tanti avventori, molto spesso studenti, attratti dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

In questa lista rientra indubbiamente Il Divin Panino, una paninoteca con vista Grattacielo San Paolo – quello del Piano 35, tanto per intenderci – a cinque minuti a piedi dalla stazione Porta Susa. La comodità di raggiungerla è decisamente maggiore di quella dei posti a sedere, che risultano un tantino stretti e limitati.

La particolarità di questo locale è la cottura a vapore dei panini, i quali risultano tutti della lunghezza di 22 cm fatta eccezione per i dolci. L’infinita lista, che si staglia alla vostra sinistra una volta entrati - come direbbe la Rossa – vale il viaggio. O meglio, la camminata.

In tutto, fra salati (da 4,50€ a 6,00€) e dolci (da 2,00 a 2,50€), i panini sono 37, senza considerare i classici (3,50€), con due ingredienti a scelta da una mini-lista di nove. Delicati e decisi: non vi preoccupate, ce n’è per tutti i gusti! Il Curioso con Speck, Gorgonzola, Noci e Miele, l’Importante con Salmone, Salsa di Noci, Stracchino e Lattuga e l’Allegro con Mortadella, Toma e Salsa Tonnata. Noi abbiamo optato per il Pacioccone, un panino romano dalla testa ai piedi: Porchetta di Ariccia IGP, Pecorino Romano e Carciofi. Il panino, grazie alla cottura al vapore, si presentava morbido internamente e con una leggera croccatezza esterna, per la ripassata in forno. Il ripieno gustoso, invece, peccava un po’ di secchezza per l’accostamento di 3 ingredienti non notoriamente umidi e per l’assenza di salse, che però ci sono state richieste.

Avendo ordinato il menu da 7€, abbiamo avuto diritto anche a una bevanda e a un panino dolce, la cui scelta spazia fra cioccolato e pere, cioccolata, mascarpone, burro e marmellata di limoni e infine, quello da noi scelto: burro e zucchero. È un piccolo tozzetto di pane – è il fondo della pagnotta – nato con un unico scopo: portarvi alla mente alcuni bei (e lontani) ricordi. Nel caso non l’abbiate mai provato prima, state tranquilli, avrete di che godere.

 

Indirizzo; Corso Bolzano, 10, 10121 Torino TO

Orari:

Lunedì-Venerdì: 11:30-21:30

Sabato: 11:30-16:00

Domenica: chiuso

Telefono: 331 941 6860