7 occasioni nelle quali un Panino ha virtù magiche

12/01/2018
By Alex Revelli Sorini
7 occasioni nelle quali un Panino ha virtù magiche

Bisogna anzitutto sfatare il pregiudizio secondo il quale il pane farebbe ingrassare: non credeteci, e gettate alle ortiche i sensi di colpa! Nella Bibbia il pane s'incontra così spesso che ci meravigliamo che l'Associazione Panificatori non ne abbia ancora sponsorizzato un'edizione da sbattere sotto il naso ai dietologi che lo condannano come «reo di procurata obesità».

Consideriamo allora il pane sotto il profilo delle sue componenti nutritive e come fonte di calorie, ovviamente variabili in relazione al tipo di farine usate e ad eventuali aggiunte di grassi o d'altro.

C'è poi chi sostiene che è meglio togliere la crosta e mangiare soltanto la mollica, ritenuta "più leggera". Ma questo è solo un altro dei più diffusi luoghi comuni in circolazione, spesso contraddittori e ancor più spesso tutt'altro che precisi. E' vero, piuttosto, l'esatto contrario: la parte più digeribile del panino è proprio la crosta, perché per effetto del calore l'amido è già parzialmente predigerito.

In ogni epoca al pane sono state attribuite virtù magiche, che si riflettono in tanti riti ed usanze tuttora vivi. Ma c'è dell'altro. Cioè la fede nelle virtù guaritrici del pane, elemento da sempre presente nella medicina popolare.

7 occasioni nelle quali un panino ha virtù magiche:

1. Presso alcuni popoli c'è l'uso di mangiare panini "figurati", che riproducono il più fedelmente possibile le parti del corpo che si vuole guarire o proteggere.

2. Per combattere il mal d'amore nulla funziona meglio dei panini caldi a forma di cuore.

3. In certe aree rurali del sud Italia con l'ultimo covone del raccolto trebbiato a mano, e con il grano e la farina ricavati si fanno dei panini che vengono mangiati dalla famiglia perché considerati indispensabili per mantenerla in buona salute.

4. Le "pannocchiette azzime" di Taranto avrebbero la proprietà se consumate di tener lontani disastrosi temporali.

5. Un'autentica panacea è considerato il "pane di Tolentino" (Macerata): serve un po' per tutto, ma pare sia particolarmente efficace nel combattere le febbri.

6. Contro la sfortuna c'è chi prepara dei panini a forma di cornucopia da farcire abbondantemente.

7. Se si soffre di stress nulla di meglio di un panino spalmato con crema di cioccolata.